Usa: bene l’occupazione a luglio. Borse positive

di Daniele Pace Commenta

Va meglio del previsto l'occupazione negli Stati Uniti, dove le previsioni vengono superate di quasi 30mila posti di lavoro in più delle attese.

Va meglio del previsto l’occupazione negli Stati Uniti, dove le previsioni vengono superate di quasi 30mila posti di lavoro in più delle attese, portando la disoccupazione al 4,3%. Le borse europee traggono spunto dai dati USA e chiudono la settimana in positivo, sulla scia del Down Jones, mentre l’euro scende sotto a 1,18 dollari. Nonostante il Russiagate dunque, l’economia USA accelera e crea 209mila posti di lavoro in più, anche se i salari restano su una crescita del 2,5% annuo.

A Milano si chiude con un +0,65%, Francoforte a 1,43%, il Dow Jones a 0,29% e il Nasdaq a 0,18%. Molto bene Mediobanca, che registra un aumento degli utili del 25%, mentre Unipol chiude con una perdita di 390 milioni, causa la ristrutturazione. La coppia EUR/USD chiude a 1,1750, mentre la coppia EUR/JPY a 134,35. Piccolo recupero della coppia USD/JPY a 110,90.
Anche gli ordini dell’industria in Germania superano le previsioni a giugno, anche se scendono gli ordini esteri. Il sostegno viene da un +5,1% dei consumi interni. Buona anche la produzione industriale spagnola, con un +2,7% annuo a giugno.
Lo spread tra titoli italiani e tedeschi si attesta attorno ai 150 punti, dopo che le voci su un inasprimento delle politiche monetarie sono state smentite dalle banche centrali.