Calcolo rivalutazione monetaria

di ND82 Commenta

Rispetto a quanto avviene per il calcolo degli interessi legali, il computo della rivalutazione monetaria tiene conto soltanto dei mesi e non dei giorni. La motivazione alla base di questa prassi è che per il calcolo degli interessi, la maturazione degli stessi avviene continuamente perché si tratta della remunerazione dell’utilizzo del capitale. Quindi, è come quando si paga un canone per l’utilizzo del denaro altrui. La rivalutazione monetaria è tutt’altra cosa rispetto alla remunerazione degli interessi, sia nella sostanza che nel concetto di base. Infatti, la rivalutazione deriva dal deprezzamento che il valore nominale del denaro subisce nel corso del tempo rispetto all’iniziale potere d’acquisto.

Il deprezzamento (o svalutazione) del denaro è una conseguenza dell’aumento dell’inflazione nel corso dei mesi, a meno che non ci sia un contesto deflattivo. La valutazione dell’inflazione avviene attraverso indicatori statistici con base mensile. L’inflazione può essere definita come un processo di aumento generalizzato del livello dei prezzi dell’insieme di beni e servizi destinati al consumo finale delle famiglie. L’inflazione si misura costruendo un indice dei prezzi al consumo.

CALCOLO INTERESSI LEGALI 2012

In Italia, ma come anche in altri paesi, il calcolo dell’indice è affidato all’istituto nazionale di statistica. L’ISTAT produce tre diversi indici di prezzi al consumo: NIC, indice per l’intera collettività nazionale; FOI, indice per le famiglie di operai e impiegati; IPCA, indice armonizzato europeo. Il FOI è l’indice utilizzato per adeguare periodicamente i valori monetari come gli affitti e gli assegni dovuti al coniuge separato. L’IPCA è stato sviluppato per assicurare una misura dell’inflazione comparabile livello europeo.

Il NIC, come il FOI, considera sempre il prezzo pieno di vendita ma il riferimento è l’intera popolazione italiana. Partendo da questi concetti base dell’inflazione, grazie alla rivalutazione monetaria possiamo sapere quanto vale il mio denaro rispetto all’n periodo precedente. Ad esempio, posso chiedermi quanto valgono 1000 euro a giugno 2012 rispetto a maggio dello scorso anno.

Lascia un commento