Borse europee in rialzo dopo Olanda e FED

di Valentina Cervelli Commenta

Borse europee in rialzo dopo i risultati delle votazioni in Olanda e le dichiarazioni della Federal Reserve americana: ovvero rispettivamente dopo la vittoria dei liberali e la conferma dei toni accomodanti  ed il rialzo dei tassi di interesse di 25 punti base.

La FED soprattutto, annunciando quello che sarà un graduale aumento del costo del denaro, dà modo di far rimanere istituzioni ed investitori ottimisti su quella che sarà l’economia americana e di conseguenza far virare, almeno per il momento, le conseguenze a livello mondiale in positivo. Nello specifico sono stati anticipati due rialzi dei tassi per il 2017 e per il 2018 altri tre ma caratterizzati da un approccio morbido e dall’intenzione della FED di aver “pazienza” per ciò che riguarda posizionamenti dell’inflazione sopra il target del 2%, anche se solo in via temporanea.

 

Ecco quindi che le borse europee, spente da tutto questo si sono trovati a dare performance importanti: il Ftse100 di Londra ha aggiornato massimi storici, il Dax di Francoforte e il Cac40 di Parigi sono sui massimi da 15 mesi mentre l’Aex di Amsterdam addirittura si trova sui valori più elevati dal gennaio 2008. Bene anche le materie prime nell’Eurozona. Anche la Borsa di Milano si è mossa in modo buono, superando la soglia dei 20 mila punti come non accadeva dal gennaio del 2016.

 

Una giornata positiva quindi, fino a questo momento che vede andare bene anche la maggior parte dei titoli bancari e Generali, insieme a Fiat Chrysler. L’aver respinto il fronte estremista in Olanda è stato basilare per dare modo ai mercati di tirare un sospiro di sollievo.