Mediaset – Vivendi: accordo entro un mese?

di Valentina Cervelli Commenta

Mediaset – Vivendi: accordo entro un mese? E’ quello che farebbe intendere il quotidiano francese Les Echos, adducendo una possibile riapertura dei negoziati tra le due aziende: nulla di formale quindi ma qualcosa che farebbe ben sperare.

Mediaset, Pier Silvio Berlusconi aperto accordo

Si dice infatti che si sarebbe deciso di intentare la strada della trattativa con l’aiuto di un mediatore che potrebbe sfociare in un qualcosa di serio entro i prossimi 30 giorni e che potrebbe essere portato davanti all’Agcom alla ricerca di approvazione a patto che Vivendi porti la propria quota in Mediaset a meno del 10% rispetto al circa 30% in suo possesso al momento.

Da quel che si sussurra in ambito economico vi sarebbe un accordo industriale che prevede il coinvolgimento di Mediaset come fornitore di contenuti nella joint venture tra Telecom Italia (-0,52% a 0,7595 euro) e Canal Plus per “ovviare” ai problemi, ma al contempo è anche opinione comune che gli scambi ora in atto sarebbero strettamente legati, come giusto che sia, alla causa avviata da Mediaset per il mancato rispetto dell’accordo di cessione della pay-tv Premium a Vivendi. E si pensa che sarà proprio da qui che i negoziati dovrebbero ripartire ufficialmente con il mercato che parla di due possibili strade: una compensazione di 1 miliardo di euro da parte di Vivendi o la cifra di 760 milioni inizialmente concordata per Premium lo scorso anno.

Secondo la maggior parte degli analisti la possibilità che vede Mediaset come fornitore nella joint venture tra Telecom Italia e Canal Plus sarebbe la soluzione migliore da intraprendere sia dal punti di vista teorico che pratico perché permetterebbe il deconsolidamento delle perdite attese della società.