Annunciata la riforma fiscale USA. Buone le reazioni

Il Presidente Trump ha rilasciato le prime informazioni sul suo piano di riforma fiscale per la riduzione delle tasse, e gli investitori rispondono positivamente, così come il dollaro e le obbligazioni statali degli Stati Uniti. Anche Tokyo chiude in positivo, dello 0,47%.
Le Borse europee aprono comunque in modo disuniforme, con Milano che apre a -0,12% e Londra con un negativo dello 0,17%. Piccola apertura positiva per Parigi, 0,03% e di Francoforte, 0,13%.
Anche Wall Street aveva chiuso in positivo.

Tornando alla riforma Trump, il presidente ha annunciato la riduzione delle aliquote alle aziende, dal 35% al 20%, mentre per le persone fisiche sarà tagliata solo l’aliquota più alta, dal 39,4% al 35%. Il dollaro così è stato spinto ancora in alto, dopo i rally dei giorni scorsi, con la coppia EUR/USD che scende a 1,174, ancora un minimo storico.

A Milano ancora Telecom sotto la lente d’ingrandimento, con la probabile nomina a Ad di Amos Genish e il meeting per Golden Power e i poteri speciali su Tim. Anche Autogrill è sotto osservazione, mentre Gima TT e Pirelli vivranno le ultime ore per la Ipo. Il titolo Fincantieri intanto vola, dopo l’accordo raggiunto tra Francia e Italia per l’affaire Stx.

Sono in programma la pubblicazione dei dati sull’inflazione in Germania e della fiducia dei consumatori in Europa.