Per Samsung altri 290 milioni di dollari da risarcire ad Apple e il totale arriva a 930 milioni

Lo scontro tra Apple e Samsung continua a livello legale e si arricchisce di nuove sentenze che parlano di cifre molto alte. Le due compagnie leader mondiali nella produzione di prodotti tecnologici, legati all’informaton technology, e leader del mercato della telefonia e degli smartphone con l’iPhone e il Galaxi, continuano la loro battaglia che riguarda i brevetti e la presunta copia degli stessi. Apple ha accusato Samsung di avere copiato il brevetto e, per violazione dei brevetti, è arrivata la decisione della giuria del tribunale di San Josè in California. Per Samsung c’è una multa da 290 milioni di dollari che si aggiunge ad altre multe già comminate e che portano il totale da risarcire a ben 930 milioni. Quello tra Apple e Samsung è lo scontro che prevede il risarcimento economico più alto della storia della Silicon Valley.

La vicenda è iniziata l’anno scorso, quando Apple aveva denunciato Samsung di avere copiato alcuni brevetti relativi ai prodotti iPhone e iPad. La giuria aveva stabilito in 1 miliardo di dollari il risarcimento che l’azienda coreana doveva pagare a quella americana. In seguito, il giudice Lucy Loch aveva deciso che bisognava fare un nuovo processo. Alla base c’erano alcuni errori nello stabilire la cifra da risarcire. Il risultato fu che la cifra è arrivata a 600 milioni di dollari. A questi si aggiungono i 290 milioni di dollari della nuova decisione della giustizia americana e altri 40 milioni di dollari stabiliti dal giudice ad aprile. Il totale, quindi, è di 930 milioni di dollari.

Per Samsung la cifra dovrebbe essere di 52 milioni di dollari e ora si potrebbe decidere per il ricorso o aspettare il nuovo processo che inizierà a marzo. Le accuse sono sempre le stesse  e anche il giudice è lo stesso della sentenza precedente. Secondo l’azienda americana anche il nuovo Galaxy S3 ha una tecnologia copiata dalla propria.