La Borsa di Tokyo apre la settimana in maniera positiva

di Simone Ricci 2

Il risveglio finanziario di inizio settimana è impreziosito dal rialzo generale delle borse del continente asiatico: il rally di sette giorni non era dunque un caso e in questo frangente occorre sottolineare senza dubbio l’aumento da parte dell’indice Msci Pacific di ben 0,6 punti percentuali, grazie soprattutto all’ottimismo diffuso dagli ultimi dati americani sul mercato del lavoro. Intanto, il grande rafforzamento dello yen non ha impedito ai listini di dar vita a sessioni molto importanti. Le contrattazioni di maggior rilievo sono quelle del Tokyo Stock Exchange, la borsa nipponica in cui il principale riferimento azionario, l’indice Nikkei, è riuscito a guadagnare un punto percentuale, attestandosi a quota 8.925 punti complessivi.

In aggiunta, bisogna tenere conto degli utili in calo di colossi del paese, quali Sony, Panasonic e Sharp. Il Giappone deve fronteggiare nel migliore dei modi una situazione non sempre facile da gestire come la deflazione economica ed è per questo motivo che il ministero dell’Economia si sta affidando all’operato della banca centrale. Nonostante ciò, comunque, gli indici vanno a gonfie vele e le medie mobili hanno cominciato a salire da almeno due settimane a questa parte. Quali titoli si sono fatti notare maggiormente? L’elenco ricomprende Noble Group (+5%), titolo che è quotato a Singapore e che ha beneficiato in larga misura della fusione che vi sarà a breve tra i due colossi del comparto minerario Xstrata e Glencore.

Noble è celebre per la sua produzione di cotone e questo rialzo sembra destinato a durare, tanto che gli analisti finanziari si sono detti sicuri del fatto che le perdite dell’ultimo trimestre potranno essere compensate per quel che concerne i risultati di bilancio. Tra l’altro, tornando a parlare della fusione menzionata in precedenza, la stampa ha riferito una cifra vicina agli ottantotto milioni di dollari per completare l’acquisizione. Infine, occorre sottolineare come l’indice Hang Seng di Hong Kong sia ormai sulla parità.

Commenti (2)

Lascia un commento