Anche il Regno Unito ha la sua Robin Tax. Niente tassazione per le società energetiche ma libero contributo

di Redazione Commenta

Le principali società energetiche del Regno Unito sono chiamate a dare un contributo ai meno abbienti contro il caro-petrolio. Il premier britannico Gordon Brown, infatti, ha deciso di adottare un provvedimento simile alla nostra Robin Tax, varata dal ministro Tremonti. Il provvedimento inglese, però, non prevede una tassazione sugli extra profitti delle società energetiche ma un libero contributo da parte delle compagnie. Scopo principale della norma voluta da Brown è l’istituzione di un fondo da 910 milioni di sterline, pari a 1,284 miliardi di euro, a cui possono attingere circa 10 milioni di inglesi divisi in pensionati e cittadini a basso reddito.  Grazie al contributo delle aziende energetiche, i meno abbienti potranno avviare, gratuitamente o con sconti del 50%, interventi per migliorare l’efficienza energetica delle proprie abitazioni.

Lascia un commento