Tasi ad ottobre, chi deve pagarla?

di Sandro Argenti Commenta

Tasi 2014, chi la paga? Come si calcola? Cosa c'è da sapere?

Scadrà il prossimo 16 ottobre il pagamento dell’acconto sulla Tasi, la nuova Imu che contempla anche i servizi indivisibili forniti a livello comunale. Dovranno essere i contribuenti, e sono in migliaia quelli coinvolti, a calcolarla. Al pari dell’Imu, dunque, non arriverà a casa un bollettino precompilato. Chi deve pagarla? Come bisogna calcolarla?A pagare la Tasi sono soprattutto i proprietari di immobili locati sul territorio italiano. Il pagamento, dunque, vale sia per persone fisiche che per le società. Pagano inoltre la Tasi i contribuenti che detengono un diritto reale di godimento. Si tratta, pertanto, di usufruttuari, titolari di un diritto d’abitazione, di utilizzo, enfiteusi e superficie.

Infine, sono chiamati a pagare la Tasi coloro i quali sono in affitto nel caso in cui l’immobile sia locato o dato in comodato per oltre sei mesi l’anno. In questi casi sarebbe da pagare una quota che oscilla tra il 10% e il 30% e che dipende dai Comuni. Alcuni, peraltro, potrebbero scegliere di esentare dal pagamento gli affittuari o coloro i quali hanno un immobile in comodato d’uso.

Tasi 2014, come si calcola?

Ecco le dodici operazioni da svolgere per comprendere come si calcola la Tasi sull’abitazione principale e sull’immobile in affitto:

1) Calcolare la rendita catastale (nel caso di immobile affittato bisogna calcolare l’80% del valore intero)

2) Moltiplicare la rendita catastale per 1,05%

3) Moltiplicare per il “moltiplicatore”, che nel caso di abitazioni, box, cantine e solai è 160

4) In questo modo si ottiene la base imponibile Tasi

5) Moltiplicare dunque la base imponibile Tasi per l’aliquota deliberata dal Comune di residenza

6) In questo modo si ottiene l’imposta lorda

7) Sottrarre dall’imposta lorda l’eventuale detrazione deliberata dal Comune di residenza sull’abitazione principale

8) In questo modo si ottiene l’imposta netta

9) Sottrarre dall’imposta netta l’eventuale quota a carico dell’inquilino

10) In questo modo si ottiene la Tasi annua da versare

11) L’acconto della Tasi 2014 è uguale al 50% della Tasi annuale, da pagare entro il 16 ottobre. Il Codice tributo da indicare sul modello F24, è 3958. Per un immobile affittato il codice tributo è 3961.

12) Il saldo della Tasi 2014 è il rimanente 50%, da versare entro il 16 dicembre. Il Codice tributo è sempre 3958 per l’abitazione principale e 3961 per l’immobile affittato.