Autogrill distribuirà dividendo da 28 centesimi

La presidenza di Gilberto Benetton ha sancito l’ultima, fondamentale, assemblea degli azionisti di Autogrill, la spa celebre per i suoi servizi nella ristorazione: la riunione a cui si sta facendo riferimento è stata piuttosto importante a causa dell’approvazione del bilancio di esercizio dello scorso anno e della delibera relativa al dividendo da ventotto centesimi di euro da distribuire appunto ai soci. Il pagamento vero e proprio avverrà però tra un mese, più precisamente il prossimo 24 maggio, mentre lo stacco della cedola avrà luogo tre giorni prima. Tra l’altro, bisogna sottolineare come non si tratti di una semplici approvazione, ma di una operazione che coincide con la conclusione definitiva dell’attuale collegio sindacale.

AUTOGRILL ACCELERA COL CANALE AEROPORTUALE
A questo punto, si dovrà fare riferimento a nuovi nomi e incarichi, come deciso dalla stessa compagnia di Rozzano, visto che le liste presentate da Schematrentaquattro, azionista di maggioranza, oltre a quelle di minoranza e ai due sindaci supplenti dovranno svolgere questo incarico fino a quando non sarà approvato il bilancio relativo al 2014. In aggiunta, Marco Rigotti sarà il presidente del collegio sindacale, mentre Massimo Fasanella ha ricevuto l’incarico di nuovo amministratore non esecutivo. Ma l’assemblea è andata anche oltre; ad esempio, l’acquisto e l’alienazione di titoli azionari ordinari è stata di fatto autorizzata, per un numero complessivo e non superiore ai 12,72 milioni di unità (il 5% del capitale per la precisione).

PIAZZA AFFARI: AUTOGRILL MEGLIO DEL PREVISTO

In questa maniera, sarà possibile intervenire in modo pronto e urgente qualora si dovessero verificare delle oscillazioni eccessive da questo punto di vista. Gli ultimi due cenni, in conclusione, li meritano le modifiche allo statuto sociale su proposta del consiglio di amministrazione (l’oggetto sociale è stato protagonista assoluto in tal senso) e l’esame della relazione sulla politica di remunerazione del gruppo, con un parere favorevole che ha riguardato perfino i piani di incentivazione di lungo termine.

Lascia un commento