Azionisti Terna approvano bilancio 2011 e dividendo

di Simone Ricci Commenta

Il bilancio relativo allo scorso anno e il dividendo da distribuire nel corso di quello attualmente in corso: sono queste le due fattispecie che hanno caratterizzato l’ultima assemblea degli azionisti di Terna di ieri, la spa romana che si occupa della trasmissione di energia elettrica sulle reti a maggiore tensione. Entrando maggiormente nel dettaglio delle decisioni dell’azienda, c’è da dire che il dividendo in questione è stato fissato in ventuno centesimi di euro, mentre i risultati finanziari dei dodici mesi del 2011 sono stati illustrati dall’amministratore delegato Flavio Cattaneo. Tra l’altro, bisogna anche ricordare che otto centesimi dell’importo ricordato in precedenza erano già stati erogati lo scorso mese di novembre come acconto, mentre i rimanenti tredici centesimi non sono altro che il relativo saldo.

FTSE MIB: TERNA BATTE ENI ED ENEL
Ma non ci si è limitati soltanto a queste scelte. In effetti, Terna ha anche provveduto a dare il via libera alla politica per la remunerazione e alle modifiche dello statuto per quel che concerne l’equilibrio nella composizione del consiglio di amministrazione e il collegio sindacale. La presidenza dell’assemblea degli azionisti è stata affidata a Luigi Roth, mentre non bisogna dimenticare che anche il bilancio consolidato ha ricevuto la sua approvazione. La cedola messa a disposizione è sostanzialmente in linea con quella offerta in merito all’esercizio del 2010, anche se bisogna tenere bene a mente le date più importanti da questo punto di vista, vale a dire il prossimo 18 giugno per quel che concerne lo stacco della cedola (è la numero 16 per la precisione) e il successivo 21 giugno per il saldo vero e proprio.

GLI AZIONISTI DI TERNA APPROVANO BILANCIO 2011 E DIVIDENDO

Ogni azionista, inoltre, avrà l’opportunità di riscuotere la somma in questione presso i rispettivi intermediari finanziari. In ultimo, l’assemblea ha anche confermato come consigliere Francesco Pensato, la cui cooptazione da parte del cda durava ormai dall’estate scorsa (dal 29 luglio del 2011).

Lascia un commento