Il cda di Igd approva bilancio e aumento di capitale

di Simone Ricci Commenta

Anche per Immobiliare Grande Distribuzione (Igd) è giunto il momento di approvare in via definitiva alcuni importanti dati e decisioni: il consiglio di amministrazione del gruppo di Ravenna, celebre per la sua attività immobiliare e la grande distribuzione organizzata, non ha fatto altro che eseguire la delibera di circa un mese fa dell’assemblea straordinaria. Ebbene, volendo essere ancora più precisi, è stato dato il via libera alle condizioni finali relative all’aumento di capitale, il quale è sostanzialmente riservato a tutti quei soggetti che hanno diritto al dividendo per l’esercizio finanziario dello scorso anno.

IGD: NUOVO INVESTIMENTO NEL SUD ITALIA
Tra l’altro, non bisogna dimenticare che il controvalore massimo dell’operazione a cui si sta facendo riferimento è già noto da tempo, vale a dire l’80% dell’importo totale di tutti quei dividendi che sono sottoposti a distribuzione: a conti fatti, si tratta di un monte pari a oltre diciannove milioni di unità. L’aumento di capitale menzionato in precedenza, inoltre, verrà perfezionato attraverso una apposita emissione, con un numero massimo di titoli azionari ordinari, ovvero 29,82 milioni di strumenti per la precisione. Questi ultimi sono privi di qualsiasi indicazione per quel che concerne il valore nominale e il godimento regolare, ma comunque le caratteristiche principali sono le stesse delle azioni in circolazione nel momento attuale.

REAL ESTATE: IL NUOVO FASCINO DELLE AZIONI DEL MATTONE

L’offerta avverrà in sottoscrizione a quei soggetti che hanno diritto al dividendo, con un prezzo che è stato fissato a sessantaquattro centesimi di euro per ogni singola azione; questo costo, inoltre, va imputato per intero a capitale sociale, con tanto di controvalore massimo. Igd è una delle tante società italiane che sono quotate presso il Mercato Telematico Azionario, più precisamente all’interno del segmento Star: il suo regime è quello di Società di Investimento Immobiliare Quotata (Siiq), con la nascita vera e propria che si è avuta con il conferimento del patrimonio immobiliare di proprietà di Unicoop Tirreno e Coop Adriatica.

Lascia un commento