Per Nokia ultimo trimestre 2011 in profondo rosso

di Laura 1

Mentre Apple registra vendite record grazie soprattutto al celeberrimo iPhone, i tempi non sembrano essere così tanto rosei per Nokia. Il colosso finlandese ha registrato perdite per 1,5 miliardi a fronte dell’utile di 1,3 miliardi relativi all’ultimo trimestre del 2010. Tra ottobre e dicembre la compagnia  ha venduto 19,6 milioni di smartphone contro 37 milioni di iPhone, per cui la battaglia si chiude con la vittoria della casa di Cupertino, almeno per lo scorso anno. Nokia ha provato a difendersi nel segmento degli smartphone, ma la sua strategia non é bastata a surclassare una delle aziende più performanti del settore e la casa finlandese si trova costretta a progettare altre mosse.

Nokia annuncia così un cambio al vertice della società, nella speranza che un nuovo management possa rendere più floride le casse della compagnia. La compagnia ha quindi nominato alla presidenza Risto Siilasmaa al posto di Jorma Olilla e ha deciso di cambiare anche alcuni membri del board. Ma passiamo ai numeri: nel quarto trimestre dell’anno la società ha registrato una perdita netta di 1,07 miliardi di euro, gli analisti avevano previsto una perdita inferiore, nello specifico pari a 10 milioni di euro, quindi i dati reali sono andati 90,3 milioni oltre le attese. Una situazione davvero di profondo rosso, che la compagnia ha arginato  vendendo  “solo” 19,6 milioni di smartphone. Un dato che batte sì le stime del mercato ferme a 18,5 milioni, ma che registra un calo del 31%.

Per non parlare delle differenze con Apple: la casa di Cupertino ha venduto 37 milioni di iPhone. Come se non bastasse sui conti della compagnia incidono anche  svalutazioni per 1,1 miliardi, mentre lo scorso anno il gruppo aveva chiuso gli ultimi tre mesi con utili per 745 milioni. Sono in riduzione del 21% i ricavi a 10 miliardi di euro.  Sull’intero 2011, le vendite sono scese del 9% a 38,6 miliardi. Stephen Elop, l’ad che sta imponendo al gruppo una dolorosa ristrutturazione, sottolinea che la svolta è già cominciata.

 

Commenti (1)

Lascia un commento