Ubi Banca, l’impostazione è positiva

di Sandro Argenti Commenta

Nonostante i mercati azionari siano stati messi sotto pressione dalle ultime vicende legate al crollo dei mercati emergenti, alcuni titoli azionari sembrano resistere grazie alla forza del loro trend.

Ubi Banca utile primo semestre 2013 migliore delle attese

Il titolo bancario conferma il trend positivo nel medio periodo, analizza Rbs bank. Ad evidenza di ciò, è possibile tracciare una trendline a partire dal minimo di metà 2012 in area 1.80 euro e passante ora per i 3.38. Supportati da questa linea di tendenza i prezzi in poche settimane hanno superato i 2.67, livello che rappresenta un’importante supporto statico. Tale supporto è stato testato per l’ultima volta lo scorso luglio, in corrispondenza inoltre dell’incrocio con la trendline di medio. Qui i prezzi hanno mostrato una notevole accelerazione al rialzo fino a raggiungere i 5 euro, livello sul quale hanno lateralizzato. Nonostante ciò la forza della tendenza rialzista è notevole e la distanza dalla trendline di medio fa percepire come remoto un mutamento di scenario.

Nuovo consiglio di sorveglianza Ubi Banca

Anche nel breve il titolo mostra una tendenza al rialzo. La trendline di breve origina dal minimo dello scorso luglio in area  2.67, dove i prezzi hanno rimbalzato sul supporto di medio di cui prima. Il movimento dell’ultimo semestre ha prodotto un  incremento di valore superiore al 100%, con le quotazioni giunte a toccare i 5.75 euro per azione. Nonostante l’ultimo  trimestre di lateralità e la falsa rottura delle ultime sedute (seguita da un rientro delle quotazioni) per negare la positività  del quadro di breve sarà indispensabile attendere la perdita dei 5 euro. Viceversa, la violazione del recente massimo  relativo a 5.75 permetterebbe di scommettere sulla forza del titolo attraverso operazioni long.