Telecom Italia -2,2% paga rumors negativi su dividendo Deutsche Telekom

di Redazione Commenta

Il titolo Telecom Italia è il peggiore quest’oggi sul listino azionario FTSE MIB. Le azioni del colosso telefonico italiano mostrano una flessione del 2,25% a 0,6955 euro, in scia alle indiscrezioni di stampa negative per il colosso telefonico tedesco Deutsche Telekom che, secondo il quotidiano Handelsblatt, che cita fonti vicine al consiglio di sorveglianza dell’azienda, potrebbe tagliare di circa un terzo il dividendo nel 2013. Il titolo perde più del 3% alla borsa di Francoforte, trascinando al ribasso l’intero settore europeo.

Deutsche Telekom ha promesso ai propri azionisti 3,4 miliardi di euro all’anno per il pagamento dei dividendi e il buyback di azioni proprie. Secondo Handelsblatt la società manterrà i suoi impegni senza alcun problema e gli azionisti potranno ancora vantare un dividendo di 0,7 euro per azione. Secondo quanto dichiarato sul quotidiano tedesco, la società dovrebbe cambiare piani a partire dal prossimo anno. Il cfo Hoettges Timoteo potrebbe lanciare un piano triennale di conteimento dei costi a causa della congiuntura economica sfavorevole nel vecchio continente.

Nel piano dovrebbero rientrare anche pagamenti di dividendi più bassi, anche se non sono arrivati commenti da parte dei vertici societari. Secondo il broker nipponico Nomura, il taglio dei dividendi è possibile ma non fino a un terzo come ipotizzato da Handelsbaltt. Nomura si aspetta maggiore volatilità sul titolo, anche se non cambia la sua view positiva con rating “buy” e target a 10,3 euro. Secondo il broker anche DT dovrà fare i conti con il problema del debito in crescita e della riduzione dei margini, come gli altri competitors europei.

Il prossimo 8 novembre DT pubblicherà i dati trimestrali. Nello stesso giorno anche Telecom Italia comunicherà la trimestrale. Secondo Deutsche Bank, che consiglia di acquistare le azioni del gruppo telefonico italiano con target price a 1,24 euro, Telecom Italia sarà in grado di confermare i target della guidance 2012 nonostante le attese di un rallentamento nel primo semestre. Nel terzo trimestre Telecom Italia dovrebbe mostrare un fatturato consolidato in calo del 3% e un ebitda in flessione del 5,7%. L’utile netto viene stimato in calo del 13,1%.

Lascia un commento