Scende la tensione tra la Cina e gli Usa e le borse rimbalzano

di Daniele Pace Commenta

BorseLe notizie dall’America, almeno quelle rilasciate dai media, parlano di una volontà, da parte di Washington, di tornare indietro sui dazi. Le borse così tornano positive. La notizia, diffusa dal Wall Street Journal, fa bene ai mercati, anche se la Casa Bianca smentisce categoricamente. Anche Bloomberg passa una notizia positiva sulla distensione. Secondo il portale finanziario i cinesi potrebbero comprare oltre mille miliardi di dollari in prodotti americani per azzerare il disavanzo commerciale statunitense entro il 2024.

Le borse

Quanto basta per far volare le borse, a partire da New York che segna un +1% per il Dow Jones, un +1,2% per lo S&P e un +1,1% per il Nasdaq. Anche in Europa i guadagni sono molto buoni. Milano va a +1,22%, Londra a +1,95%, Francoforte addirittura a +2,63% e Parigi a +1,7%.

A Milano in evidenza c’è Saipem con i nuovi accordi commerciali in Arabia Saudita, ma si segnala anche un crollo del titolo Telecom. Anche Tokyo chiude con un +1,29%.

L’euro torna a scendere, fino a 1,1364 dollari e a 124,61 yen. Lo yen scende sul dollaro, a 109,66 e anche la sterlina cambia atteggiamento, scendendo a 1,1275 euro.
Scende anche lo spread tra i titoli italiani e quelli tedeschi, attestandosi a 245 punti base e al 2,72% di rendimento.

Rimbalza il petrolio, con il WTI a a 53,91 dollari al barile (+3,5%), mentre l’oro mantiene le quotazioni a 1290 dollari l’oncia.