Spread in discesa ma mercati nervosi. Ancora crollo a Wall Street

di Daniele Pace Commenta

draghiI mercati mondiali sono tutti in rosso oggi, e lo spread italiano torna sotto i 310 punti base. Giornata convulsa, con Wall Street che apre male, sulla scia di quanto successo in Asia e in Europa, dove i listini hanno subito pesanti perdite.

Le borse

Oggi si è partiti con i mercati asiatici in ribasso. Tokyo ha visto il Nikkei limitare le perdite allo 0,40%, dopo il tonfo di ieri, mentre il Topix ha chiuso a -0,31 per cento. Cade ancora Hong Kong, dell’1,11%, mentre Shanghai limita le perdite allo 0,19%. Shenzhen perde lo 0,33%.

Male anche le borse europee, anche se Milano limita i danni a un meno 0,7%, mentre Francoforte scende dello 0,94%. Peggio Londra, con il -1,94% e Parigi con l’1,29%.

Wall Street continua nel suo periodo negativo, con il Dow Jones a -1,6% e il Nasdaq addirittura arretra del 2,61%. Brutta giornata per Amazon e Google, ma Facebook perde fino al 4,5%.
Buone notizie per lo spread italiano, che dopo essere salito a 317 punti, è sceso a 309 punti e rendimento a 3,45%. Lo spread però continua a far soffrire le banche italiane, a Piazza Affari. L’euro va a 1,1371 sul dollaro, vicino al minimo da due mesi. Draghi si è detto fiducioso sulla chiusura positiva del disaccordo tra Italia e UE, ma i mercati continuan a penalizzare la moneta unica. L’oro sale dello 0,7% a 1241 dollari l’oncia, così come il petrolio, con il Wti (+0,15%) a 67,4 dollari al barile, e il Brent (+0,6%) a 77,3 dollari.