Fincantieri e Naval Group: accordo per un’industria navale europea competitiva

di Clara Commenta

Fincantieri Naval Group accordo industria navale europea competitiva

Fincantieri ha firmato con il gruppo francese Naval un importante accordo, che rafforza ulteriormente la competitività delle due società nel mercato internazionale.

L’Alliance Cooperation Agreement, sottoscritto il 14 giugno, definisce i termini operativi per la costituzione di una joint-venture paritaria (50/50) il cui obiettivo è di favorire un asse congiunto su export, acquisti e ricerca e sviluppo.

Gli amministratori delegati delle due società, rispettivamente Giuseppe Bono ed Hervé Guillou, hanno dato il via alla nascita della nuova joint-venture a bordo della fregata Federico Martinengo, ormeggiata presso l’Arsenale della Marina Militare di La Spezia.

La scelta della fregata per la firma dell’accordo, unità del programma italo-francese Fremm, sottolinea la solidità della ventennale collaborazione tra i due paesi, le loro industrie e le Marine nazionali.

A margine della cerimonia, Bono e Guillou hanno dichiarato: “Manifestiamo grande soddisfazione per il risultato raggiunto e, soprattutto, desideriamo ringraziare i nostri Governi che negli ultimi mesi hanno lavorato fianco a fianco a noi, e continuano a farlo, per finalizzare un’intesa che assicurerà la protezione degli asset sovrani, favorendo la collaborazione tra i due team. Questo impegno ci permetterà di supportare sempre meglio le nostre Marine, fornire l’adeguato sostegno alle operazioni per l’export comune e gettare concretamente le basi per il consolidamento dell’industria europea della difesa”.

L’accordo, che segue l’approvazione dei rispettivi consigli di amministrazione, sostanzia i contenuti del progetto “Poseidon” e stabilisce la costituzione di tre gruppi di lavoro ad hoc che si concentreranno sullo sviluppo di offerte congiunte sui mercati di esportazione, su programmi condivisi per ricerca e tecnologia, e, infine, sulla razionalizzazione degli acquisti sfruttando sinergie ed economie di scala.

La nuova società avrà il quartier generale a Genova e una controllata a Ollioules, vicino Tolone, al centro del Tecnopolo del mare dove Naval Group ha realizzato un sito all’avanguardia nel settore della sistemistica navale e dello sviluppo di tecnologie innovative e dove, secondo l’accordo, è previsto che sia ospitato il centro di coordinamento e sviluppo dell’ingegneria comune.

Il primo mandato triennale vedrà Fincantieri esprimere il Presidente non esecutivo rappresentato dall’a.d. di Fincantieri Giuseppe Bono, mentre l’amministratore delegato sarà l’ing. Claude Centofanti di Naval Group.

Il Chief Operating Officer (COO) sarà l’ing. Enrico Bonetti di Fincantieri. Nel Consiglio d’amministrazione, a conferma della valenza strategica che Fincantieri e Naval Group attribuiscono a questa operazione, oltre a Bono c’è anche Hervé Guillou.