Dopo il vertice G20, borse asiatiche in salita

di Michele Laganà 1

Il G20 positivo cresce le borse asiaticheDopo aver vissuto la settimana più positiva mai vista nel mercato economico mondiale da Marzo 2011, oggi i mercati asiatici hanno visto un avvio con un netto segno +, anche i mercati europei non sono ma meno, segnalando parecchi valori positivi in apertura di contrattazioni. Sicuramente i miglioramenti sono da imputare al recente G20 che si è tenuto a Parigi.

Nella scorsa settimana i principali ministri dell’Economia di sono ritrovati a Parigi, si sono mostrati tutti ottimisti rispetto ai piani presentati dalle varie nazioni per aiutare l’Europa ad uscire dalla crisi economica che ha colpito le grandi nazione dell’EU. I mercati asiatici hanno chiuso la seduta tutti con un segno positivo. Il Nikkei di Tokyo ha chiuso con un +1,50%, mentre ad Hong Kong l’indice Hang Seng segna un +2%. Il Kopsi di Seul segna un +1,62% ed il Sansex di Mumbai perde lo 0,21%.

L’Euro è in tenuta salda con livelli sempre più alti rispetto ai mesi precedenti, segnando un 1,3854 dollari. Ad eccezione di tutti i titoli positivi, a Tokyo il titolo Olympus perde il 24% dopo il licenziamento in tronco del CEO dell’azienda, durante una riunione del consiglio d’amministrazione. La Causa del licenziamento del CEO Michael Woodford sarebbe quella di aver avviato un indagine su circa 1 miliardo di dollari spariti misteriosamente. Questi soldi sarebbero stati dati in provvigioni a mediatori domiciliati in paradisi fiscali.

Quest’indagine non sarebbe di certo piaciuta al colosso della fotografia giapponese che ha licenziato in tronco Woodford. L’attuale presidente onorario dell’azienda, ha giustificato così il licenziamento dell’uomo, dichiarando che Woodford era incapace di “superare la barriera culturale” e che effettuava una gestione dell’azienda troppo in solitaria.

Commenti (1)

Lascia un commento