Prysmian: salta l’accordo di fusione con Draka

di Redazione Commenta

Prysmian, ex società Pirelli cavi, è pronta a dare il via a nuove acquisizioni. È questa la reazione della compagnia al sorprendente annuncio della conclusione negativa dei negoziati con l’olandese Draka (attiva in manifatture ingegneristiche), i quali non hanno portato ad alcun accordo sulla fusione; sorprendente, in quanto l’operazione era molto attesa, visti anche i vantaggi di efficienza produttiva che avrebbe portato. Oggi, il titolo Prysmian è in ripresa dello 0,23%, dopo la seduta piuttosto negativa della scorsa settimana. L’azienda milanese sta ora valutando altre ipotesi per una possibile aggregazione: si punta dritto su compagnie minori e attive principalmente nel settore dei cavi flessibili per il settore petrolifero. I nomi più gettonati, in questo senso, sono quelli dell’inglese Wellstream e della polacca Nkt Cables. C’è infine da sottolineare che Citigroup ha già approfittato di tale occasione per rivedere le stime di Prysmian relative al triennio 2009-2011.

Lascia un commento