Primo debutto del 2008 sul mercato Expandi: Rosss Spa

di ceciliamorello Commenta

expandi

Nonostante la congiuntura internazionale dei mercati scoraggi le società che intendono debuttare in Borsa, oggi la Rosss Spa, una società che si occupa di progettare, produrre e commercializzare scaffalature, debutterà sul Mercato Expandi, con un ipo di 820.000 azioni ordinarie (è la prima “debuttante” del 2008 nel mercato Expandi). L’offerta pubblica avrà termine il 4 aprile e le negoziazioni cominceranno il 9 aprile.

L’azienda fiorentina attualmente conta 140 dipendenti ed ha ricavi in crescita continua: nel 2005 erano 18,6 milioni, l’anno dopo 21,2 milioni. L’azienda opera non solo sul mercato italiano, ma anche su quello internazionale: nel 2006 il 55% dei ricavi proviene da operazioni all’estero.

L’offerta globale è di 3.280.000 azioni, per il valore del 25,3% del capitale sociale; l’offerta pubblica è di 820.000 azioni ordinarie (25% dell’offerta globale). L’intervallo di prezzo dell’offerta è compreso in una forbice tra 2.30 euro e 2.80, per un controvalore stimato tra 7,5 e 9,2 milioni.


Il 25% dell’offerta è rivolta al pubblico indistinto, mentre il 75% agli istituzionali. Quanto raccolto grazie al debutto sul mercato è destinato a finanziare il piano di sviluppo ed espansione della società, intenzionata a crescere sia sul mercato domestico che su quello estero.

Quando in novembre la famiglia Bettini, proprietaria dell’azienda, ha annunciato l’intenzione di quotarsi sul mercato ha affermato anche, per mezzo di Simone Bettini, responsabile finanza e marketing, di voler diventare leader in Italia nel campo delle scaffalature. Inoltre aveva aggiunto che la società avrebbe potuto utilizzare i ricavi derivanti dall’entrata in Borsa portando a termine subito una prima acquisizione.

Sbarcherà sul Mercato Expandi prossimamente anche Lofarma, società milanese specializzata in ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di vaccini antiallergici, che poche settimane fa ha depositato il filing per la quotazione.

Lascia un commento