Fondo in favore dei Soci per la Banca Popolare di Bari

di Gianni Puglisi Commenta

La Banca Popolare di Bari, con il Comitato delle Associazioni dei Consumatori per la tutela degli azionisti dello stesso istituto bancario, hanno gettato le basi e sottoscritto oggi il regolamento per la costituzione del cosiddetto Fondo in favore degli azionisti di Banca Popolare di Bari. Il fondo ha una capienza di un milione di euro che, come le relative spese di funzionamento e gli adempimenti amministrativi connessi, saranno interamente a carico della Banca.

La finalità del Fondo è quella di supportare i Soci della Banca in temporanea situazione di disagio. L’accesso al Fondo sarà consentito infatti alle persone fisiche in difficoltà economico-finanziaria o persone colpite da gravi patologie, che necessitino di beni e/o cure di prima necessità. L’idea della costituzione del fondo rappresenta una concreta proposta ideata nel “tavolo di lavoro” del novembre 2016, tra l’istituto bancario e le numerose Associazioni dei consumatori – riunite nel “Comitato per la tutela”.

Tutte le istanze presentate verranno esaminate da una Commissione di valutazione composta da tre esponenti, in rappresentanza delle parti che hanno sottoscritto l’odierno protocollo. Il Regolamento precisa la soglia massima stanziabile per ogni singolo intervento. Tutti i dettagli verranno pubblicati sul sito della Banca Popolare di Bari (www.popolarebari.it) nella sezione “Il Gruppo/Investor Relations/Per i Soci”; inoltre, potrà essere consultato anche presso la sede del Comitato delle Associazioni dei Consumatori per la tutela degli azionisti della Banca Popolare di Bari.  Il Fondo sarà disponibile nei prossimi giorni.

Inoltre, la Banca Popolare di Bari, accogliendo le istanze pervenute dal Comitato delle Associazioni dei Consumatori per la tutela degli azionisti BPB, sta mettendo a punto una una nuova tipologia di finanziamento ipotecario con possibilità di sospendere – più volte per un massimo di 36 mensilità – il rimborso della quota capitale. Tale finanziamento può essere richiesto sia dalle famiglie che dalle imprese, e sarà operativo già nelle prossime settimane.