Fiat: via al piano di risanamento Chrysler

di Redazione Commenta

Nei giorni scorsi il capo del comitato di supervisori (nominati dal governo) per seguire la ristrutturazione dell’industria americana dell’auto, ha incontrato Sergio Marchionne a Detroit. La società del Lingotto manterrà inizialmente la quota di partecipazione del 20%, tale quota potrà però aumentare progressivamente fino a un totale del 35% subordinatamente al raggiungimento di determinati obiettivi previsti dall’accordo. L’internazionalizzazione del Lingotto e il rilancio di Chrysler porteranno Fiat

all’utile operativo nei prossimi due anni – ha precisato il ceo Marchionne – e il titolo potrebbe anche sbarcare a Wall Street, con il collocamento già nel 2010.

A Piazza Affari il titolo Fiat ha toccato quota 10 euro, risultato che non raggiungeva dal settembre 2008.

Lascia un commento