Ultimatum Enac: entro due mesi stop ai disservizi

E’ questo il termine che le tre società di handling che operano sullo scalo romano di Fiumicino dovranno rispettare per adottare misure contro i problemi relativi soprattutto ai bagagli e alla puntualità dei voli. Lo annuncia il presidente dell’Ente nazionale per l’aviazione civile Vito Riggio affermando:

Saremo inflessibili, il ponte dell’Immacolata sarà il primo banco di prova, poi Natale. Vedremo se serviranno nuove misure, l’Enac, come i passeggeri, non è certamente soddisfatta dei servizi a Fiumicino. Flightcare dovrà assumere e formare altri dipendenti. L’Alitalia, che gestisce i servizi di terra per la maggior parte dei voli di Fiumicino, dovrà adeguarsi sull’organizzazione del lavoro, di effettiva presenza e tracciabilità dei dipendenti, di tracciabilità dei bagagli e di organizzazione dei turni

Tutte le tre società che gestiscono i servizi aeroportuali hanno delle pecche, ripetute e gravi, secondo un monitoraggio quotidiano partito il 15 luglio. Male minore per Avia Partner, a cui sono stati contestati «rilievi minori».

Lascia un commento