Ita Airways, cosa è successo in questi due mesi

Come sono andati questi primi due mesi e mezzo di Ita Airways? Di certo sarebbero potuti andare meglio data la chiusura dell’anno con ricavi inferiori del 50% rispetto a quello che era stato pianificato nel piano industriale, ma è anche giusto dire che la pandemia di coronavirus e la crescita dei contagi ci hanno messo del loro e forse il loro reale impatto non era stato davvero considerato.

Ita sceglie Airbus per la sua flotta

Ita ha scelto Airbus per il rinnovo della sua flotta: è stata la stessa azienda a confermare questa decisione. La società ha deciso per un costruttore europeo, ovvero il gruppo franco tedesco, invece di optare per la Boeing, statunitense eseguendo una scelta che potrà portare diversi vantaggi a Ita.

Ita, assunto già metà del personale

Ita avrebbe già assunto metà del personale a lei necessaria per partire con i primi voli il prossimo 15 ottobre: un passo in avanti importante mentre i vecchi operatori di Alitalia continuano a protestare per avere assicurazioni sul loro futuro.

Alitalia, Bruxelles definisce illegali aiuti di Stato

Era una decisione che tutti si aspettavano ma che speravano potesse essere evitata miracolosamente all’ultimo momento: Bruxellles ha definito illegale il prestito di 900 milioni di euro fatto dal Governo ad Alitalia nel 2017. Viene spontaneo chiedersi cosa possa accadere ora in merito a questo preciso tema.

Ita, il nodo delle assunzioni

Ora che il passaggio da Alitalia ad Ita si fa sempre più “ufficiale”, scatta il momento di affrontare quello che è il nodo più importante a livello pratico, ovvero quello delle assunzioni. Il tema è tra i più scottanti e con molta probabilità tra i più difficili di affrontare.

Stop Alitalia, Ita vende biglietti dal 26 agosto

Dal 26 agosto Alitalia cesserà di vendere i biglietti per il periodo post 15 ottobre, lasciando il posto a Ita che da domani potrà avviare ufficialmente la sua attività commerciale e quindi essere pronta alla piena operatività il prossimo 15 ottobre, giorno del via libera stabilito per il nuovo vettore.

Alitalia-Ita, anche Ryanair vuole il brand

Ora che il via libera alla partenza di Ita è arrivato, tutte le parti chiamate in causa si stanno preparando per dare vita al processo che porterà, il prossimo 15 ottobre, gli aerei a decollare. E Ryanair, potrebbe avere un ruolo di “disturbatore” nel processo di acquisizione del brand da parte della newco.

Alitalia, Giorgetti annuncia esuberi

Il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti ha fatto sapere che se Alitalia risulterà essere troppo pesante, potrebbe rischiare di non riuscire a prendere il volo: nemmeno nella sua nuova forma di Ita. Il vettore italiano deve poter presentare all’Europa discontinuità, orientamento sul mercato e sostenibilità economica: in mancanza di questi fattori non si può volare.