Piazza Affari sui massimi a tre mesi sopra 17mila

Il sentiment positivo sui mercati finanziari continua a mettere il turbo alle borse. Mentre a Wall Street gli indici azionari americani Dow Jones e S&P500 segnano record su record, in Europa solo la borsa di Francoforte è ai massimi di sempre. Tuttavia, il clima di “risk on” sta favorendo anche la ripresa delle borse della periferia europea. Piazza Affari è in deciso rialzo da giorni, nonostante indicazioni non particolarmnete positive dallee trimestrali e dall’andamento dell’economia. Ieri l’indice FTSE MIB ha guadagnato lo 0,78% a 17.256 punti.

L’indice principale della borsa italiana è salito sui livelli più alti da oltre tre mesi e a questo punto sembra proiettato verso i massimi di fine gennaio scorso, posti poco sotto la soglia psicologica di 18mila punti. Resta solido anche il rally dei titoli di stato italiani, anche se ieri lo spread Btp-Bund è aumentato leggermente a 257 punti base. A Piazza Affari il titolo migliore è stato Pirelli & C, che ha messo a segno una performance del 7,3%. Il titolo ha chiuso con una quotazione di 8,675 euro.

WALL STREET: QUINTA MIGLIORE FASE “TORO” DAL 1929

Il gruppo della Bicocca ha presentato una trimestrale non particolarmente brillante, ma ha comunque confermato le stime per l’anno in corso. Tra i titoli del settore industriale si è distinto ancora il titolo Finmeccanica, che è salito del 5,12% a 4,392 euro ai massimi da due mesi e mezzo. Il gruppo aerospaziale di via Monte Grappa ha beneficiato dei rumors che vogliono Ansaldo Energia sempre più vicina alla coreana Doosan, mentre Ansaldo Sts resta nel mirino della giapponese Hitachi.

TASSO BTP AI MINIMI DA GENNAIO 2006

Tra i titoli bancari svetta Banco Popolare, che ha chiuso con un rialzo del 2,31% a 1,194 euro. Il titolo è salito sui massimi a tre mesi, favorito dall’accordo trovato con il socio francese Crédit Agricole per il ritorno alla redditività della joint venture Agos Ducato. Unicredit ha guadagnato lo 0,82% a 4,166 euro, Intesa Sanpaolo ha perso lo 0,36% a 1,394 euro. C’è grande attesa per l’inizio della stagionee delle trimestrali bancarie, che entrerà nel vivo la prossima settimana.