Wall Street quinta migliore fase “Toro” dal 1929

di Redazione Commenta

Le borse americane stanno sperimentano una delle migliori fasi rialzista della loro storia. Nonostante l’economia cresca ancora a ritmi molto moderati e la disoccupazione resti su livelli piuttosto sostenuti per gli standard americani (anche se la disoccupazione Usa torna ai livelli del 2008), Wall Street segna record su record favorita dall’eccezionale liquidità presente sui mercati finanziari, che in realtà sta spingendo al rialzo praticamente tutti gli asset. L’attuale fase “Toro” a Wall Street è la quinta migliore dal 1929, ovvero dal crack finanziario più drammatico per il sistema finanziario mondiale.

A Wall Street l’attuale ciclo rialzista dura ormai da oltre 4 anni ed è stato cavalcato quasi esclusivamente dai grandi investitori istituzionali, ovvero hedge funds, fondi di investimento, compagnie assicurative e fondi pensione. Insomma, rispetto ad altre fasi “Toro” di Wall Street, come il 1996-2000 oppure il 2004-2007, è mancata la partecipazione assidua dei piccoli investitori. Non a caso il “bullish sentiment”, calcolato da Merrill Lynch, è al 31% sotto la media storica del 39%.

Le borse americane viaggiano col vento in poppa: l’indice Dow Jones ha superato quota 15mila e l’indice S&P500 quota 1.600 punti. Siamo su livelli record, che forse non sarebbero mai stati raggiunti senza i fiumi di liquidità riversati nel sistema dalla Fed e dalle altre grandi banche centrali mondiali negli ultimi 4 anni. E nel frattempo salgono anche le borse europee, nonostante secondo Morgan Stanley le trimestrali che stanno arrivando sono piuttosto deludenti e le peggiori dal quarto trimestre del 2008. Insomma, il “miracolo” delle borse può essere spiegato davvero solo con la liquidità.

TASSO BTP AI MINIMI DA GENNAIO 2006

La politica monetaria ultra-espansiva delle banche centrali consente alle borse di tutto il mondo di salire, nonostante i fondamentali economici non riflettano questi rialzi. La stessa Germania vede la sua borsa ai massimi di sempre, anche se l’economia sta rallentando vistosamente in un contesto europeo sempre più incerto. Cosa ne pensano i guru dei mercati? Warren Buffet, l’Oracolo di Omaha, crede che le borse saliranno ancora, mentre Bill Gross, guru di Pimco, consiglia di vendere le attività rischiose come l’azionario.