Telit compra Crossbridge

di Redazione Commenta

La società Telit Communications ha comunicato di aver siglato e perfezionato una intesa che la condurrà ad acquisire Crossbridge, operatore che risulta essere tra i principali provider statunitensi di dati e servizi M2M a valore aggiunto. Vediamo dunque quali sono le caratteristiche di questo accordo, quali sono le motivazioni che hanno condotto Telit a mettere mano su uno dei più rilevanti player d’oltre Oceano, e cosa potrebbe cambiare per le strategie societarie nel prossimo futuro.

L’operazione, ha innanzitutto precisato la società in una nota diramata a mezzo stampa – “consentirà a Telit di ampliare, negli Stati Uniti, l’offerta di servizi M2M ad alto valore aggiunto e di connettività della business unit m2mAIR” (vedi anche Vendita La7 nuove difficoltà).

Di fatti, ha poi commentato l’amministratore delegato del gruppo americano, Oozi Cats, “l’acquisizione di Crossbridge offre a Telit l’accesso alle aziende americane specializzate nella fornitura di servizi a valore aggiunto e l’opportunità di espandere la sua offerta m2mAIR alle piccole e medie imprese statunitensi attive nel settore. Siamo certi che questa acquisizione ci permetterà di consolidare la nostra presenza nel mercato Usa”.

Molto soddisfatto dell’intesa raggiunta anche il presidente della società target, Rod Massie, che in un’intervista recente si è detto molto soddisfatto “di poter collaborare con il team di Telit al fine di offrire servizi a valore aggiunto ai nostri clienti e di incrementare la nostra customer base e aumentare i volumi di vendita” (vedi anche HP valuta cessione stampanti e pc).

Soddisfazione anche da parte di Telit, che attraverso tale operazione ritiene di poter migliorare il proprio approccio sul mercato statunitense, forte delle competenze e delle esperienze maturate dallo staff della Crossbridge, tassello ritenuto fondamentale per la prosecuzione dell’applicazione del proprio piano strategico internazionale. Vedremo, nei prossimi mesi, quali saranno le sinergie che i due partner potranno creare nel proprio comparto di riferimento.

Lascia un commento