Lotteria scontrini parte oggi: cosa c’è da sapere

di Valentina Cervelli Commenta

Parte oggi ufficialmente la lotteria degli scontrini: cosa c’è da sapere? Vediamo insieme quali sono i prodotti che se acquistati consentono di partecipare e quali sono le regole principali di questa iniziativa.

Gli acquisti non validi per la partecipazione

Per comprendere meglio quali saranno le spese che consentiranno di concorrere alla lotteria degli scontrini bisogna partire dagli esclusi: i biglietti del cinema, quelli del teatro e dei musei, il pranzo comprato coi Ticket Restaurant. E ancora il costo del parcheggio e quello della benzina. Come d’altronde, almeno per il momento, qualsiasi spesa eseguita in farmacia: sono tutti acquisti che non daranno modo al consumatore di poter partecipare a questa iniziativa che, dopo anni, finalmente inizia e che serve sia per combattere l’evasione fiscale sia per premiare in qualche modo qualcosa al consumatore che accetta di pagare con carta di credito, carte di debito, bancomat o carte prepagate e app per i pagamenti.

In pratica, a essere escluse sono state quelle categorie per le quali “non è prevista certificazione fiscale tramite la memorizzazione e la successiva trasmissione telematica dei corrispettivi”. Non sono previste all’interno dei prodotti validi per la lotteria degli scontrini anche tutti gli acquisti online e quelli che sono “destinati all’esercizio di attività d’impresa, arte o professione”. Per ciò che concerne i medicinali è giusto sottolineare che soprattutto in questa fase di avvio non è possibile partecipare alla lotteria con quegli acquisti per i quali è già prevista una detrazione fiscale ottenibile con la presentazione della tessera sanitaria.

Molti registratori ancora da aggiornare

Il vero problema che incontrerà questa lotteria degli scontrini? Il fatto che non tutti i registratori di cassa sono stati aggiornati al fine del riconoscimento necessario per la partecipazione.È per questa ragione che Confcommercio e Confesercenti speravano in un nuovo rinvio della lotteria: A tal proposito sempre bene che il consumatore chieda prima dell’acquisto se il registratore di cassa è aggiornato in modo adeguato. La lotteria è collegata al programma Italia Cashless che comprende il cashback di Stato partito a dicembre, con l’obiettivo di incentivare i pagamenti elettronici.

Quel che è importante sapere, per il consumatore, è che basta una spesa di un euro per far vincere un biglietto virtuale che potrà essere estratto e corrispondere a un premio. Le estrazioni partono ufficialmente 11 marzo Quando verranno distribuiti i primi premi una volta arrivati a giugno si aggiungeranno le estrazioni settimanali che distribuiranno ogni settimana quindici premi per chi compra e quindici per chi vende. Dal prossimo anno anche un estrazione annuale di ben 5 milioni di euro.