Gli ammortizzatori sociali entreranno in vigore nel 2017

di Simone Ricci Commenta

Il 2017 sarà l’anno decisivo per i nuovi ammortizzatori destinati a chi avrà perso il posto di lavoro: è senza dubbio questa l’indiscrezione più importante che si può ricavare dal nuovo confronto tra il governo e i sindacati per quel che riguarda l’ormai famosa riforma del lavoro. L’annuncio in questione, comunque, è stato fatto direttamente da Susanna Camusso, numero uno della Cgil, la quale ha anche precisato che questa innovazione beneficerà di una transazione di lungo termine, i cinque anni che ci separano appunto dal 2017, dunque bisognerà ancora attendere diverso tempo prima di avere un riscontro concreto.

RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO AL PROSSIMO CDM
Il giudizio dello stesso sindacato non è però molto lusinghiero e positivo nei confronti dello stesso esecutivo, reo di avere espresso delle valutazioni non corrispondenti al vero:

Il governo non può permettersi di affermare che sono i sindacati a non volere i cambiamenti e questa riforma. Dobbiamo capire quali sono le risorse finanziarie e come distribuirle nello specifico.

Insomma, il nodo più stretto che deve essere ancora sciolto è proprio quello delle risorse. Anche le altre sigle sindacali si sono espresse alla stessa maniera: in particolare, la Cisl ha spiegato come si attenda un chiarimento governativo sugli obiettivi da raggiungere, mentre la Uil ha posto l’accento sulla tempistica di queste novità così importanti.

LA MANOVRA FINANZIARIA DEL GOVERNO MONTI

Gli stessi sindacati hanno comunque attenuato i toni del confronto con la Confindustria, dopo le recenti e gravi affermazioni di Emma Marcegaglia, con una pace che è stata siglata proprio in occasione del tavolo di ieri. Ma si è parlato molto anche dell’incontro tra il premier Mario Monti e il leader del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani: in questo caso, il confronto è stato giudicato in maniera più che positiva, con una consapevolezza che è stata riscontrata da entrambe le parti in merito alla serietà dei problemi che devono essere affrontati.

Lascia un commento