La FED estende il termine per i prestiti d’emergenza dopo i fallimenti a catena delle banche statunitensi

La Federal Reserve ha esteso i suoi programmi di prestito d’emergenza per le società quotate a Wall Street fino a gennaio 2009, dopo che i policy makers hanno giudicato ancora troppo deboli i mercati. La FED sta anche pianificando programmi di prestito per assicurare i finanziamenti fino al termine dei trimestri, quando le necessità di finanziamento potrebbero aumentare. Dunque, i prestatori commerciali saranno in grado di poter attingere prestiti dalla banca centrale ancora per lungo tempo. L’annuncio riflette i continui turbamenti che affliggono i mercati finanziari, dopo che ben tre banche statunitensi (la First National Bank of Nevada, la First Heritage Bank e la Indymac) sono fallite in altrettante settimane, a causa della persistente crisi dei mutui. Secondo Allen Sinai, economista di Boston:

Gli Stati Uniti stanno tentando di eliminare ogni ostacolo, in modo da evitare un terribile collasso del sistema finanziario.

Lascia un commento