Piazza Affari: sale Mibtel. Anche a Wall Street recupera Dow Jones

di Laura 1

oggi.jpg

Nonostante i future sugli indici di New York siano piatti, le principali Borse europee hanno incrementato i guadagni dopo la diffusione dell’indice tedesco Zew sul sentiment economico, e ora segnano guadagni superiori al punto percentuale. Il Dax avanza dell’1,61%, il Cac40 dell’1,74% e il Ftse100 dell’1,36%. Piazza Affari accelera e i principali indici italiani arrivano a guadagnare il 2%. L’S&P/Mib balza del 2,11%, mentre il Mibtel sale dell’1,85%. In forte progresso anche il Midex (+1,56%) e l’AllStars (+1,11%). Banche in generale progresso, nonostante i deludenti risultati trimestrali comunicati da Credit Suisse. I titoli del settore hanno beneficiato delle dichiarazioni di Warren Buffet in merito alla copertura dei rischi nei gruppi finanziari. Unicredit
è balzata del 6,5% a 4,85 euro. Il numero uno dell’istituto, Alessandro Profumo, ha precisato nuovamente che la banca non è interessata a rilevare il controllo di Société Générale. Al contrario, il gruppo guarda con interesse all’Europa dell’Est e non esclude la possibilità di procedere con piccole acquisizioni in quest’area, anche se al momento non ci sono operazioni concrete in corso.


Tra i migliori anche IntesaSanpaolo (+2,94% a 4,5375 euro). Monte dei Paschi di Siena è salita del 2,45% a 3,0725 euro. Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani, la banca toscana è intenzionata a vendere gli sportelli attivi in Francia e in Belgio. Molto bene anche Mediobanca (+2,52% a 12,59 euro). Sembra che il fantasma della crisi dei mutui subprime si stia allontanando. La settimana si è aperta anche per Wall Street con un lieve recupero dopo la scorsa settimana più frenetica; il Dow Jones ha infatti recuperato lo 0,48%, l’S&P500 lo 0,59% mentre il Nasdaq è riuscito a salire dello 0,66% sfruttando ancora il rimbalzo dei semiconduttori (+1,28%).

Commenti (1)

Lascia un commento