Previsioni prezzo Caffè 2012

di Francesco Giocondo 2

Un’altra commodities interessante è sicuramente quella sul Caffè, anche se nel 2011 non è stata particolarmente al centro dell’attenzione. Ma facciamo un passo indietro prima; i top multipli intorno a quota 300 lasciano pochi dubbi sul valore annuale di questo livello statico, che per ben 5 volte negli ultimi 40 anni ha respinto il mercato costringendolo a ripiegare verso il supporto storico a quota 50, non sempre raggiunto.

Le fasi ascendenti e discendenti si somigliano molto e si ripetono ciclicamente ad intervalli irregolari; la forma degli swing però resta sempre quella classica assimilabile alle “bolle speculative” e quello che è successo tra il 2010 ed il 2011 non è da meno. Dopo il bottom del 2002 prossimo a quota 45 punti la ripresa è stata lenta ma inesorabile fino a Giugno 2010; da questo momento in poi invece si sono susseguite sul grafico mensile (nell’immagine) una serie di long white candle che hanno portato in circa 6 mesi ad un guadagno di oltre 200 punti. Dal top poco oltre quota 300 c’è stato poi il ripiego durante il 2011 che ha visto una fase di discesa più rapida ed una di consolidamento dei livelli raggiunti, per poi chiudere l’anno praticamente in parità.

Quello che ci si aspetta nei prossimi 12-18 mesi è ovviamente il ripetersi di quanto successo fin’ora storicamente; la fase di discesa potrà quindi proseguire fin oltre i 100 punti fino anche a quota 50, se ovviamente nei prossimi mesi non vedremo recuperata quota 260 che diventa ora la resistenza che potrebbe negare la ciclicità di lungo a cui siamo abituati. Un recupero non è da escludere, ma salire oltre questa resistenza vorrebbe dire riprendere l’up-trend a discapito della correzione che invece ci si aspetterebbe osservando il mensile.

Anche se i tempi sono troppo lunghi per mantenere uno short di posizione in sicurezza (visto che si tende sempre ad evitare gli short di posizione diretti) in questo caso vale la pena seguirlo o comunque entrare a mercato sui ritracciamenti rialzisti che correggono il down-trend in corso.

Commenti (2)

Lascia un commento