Previsioni Borsa Italiana 2012

di Redazione 1

La conclusione di un ciclo annuale sul bottom di fine 2011 diventa sempre più probabile; questi sarebbe da considerarsi come la seconda parte di un biennale nonchè la quarta di un ciclo più grande, ma visto che il bottom è leggermente superiore al centro ciclo non possiamo sposare completamente questa teoria e siamo invece costretti a rivedere i conteggi considerando l’eventuale troncamento temporale.

In termini di punti l’escursione è stata precisa e sul grafico mensile ben risalta, grazie anche ai classici swing, la formazione degli ultimi due anni. L’ipotesi è che questo arco temporale sia da attribuire ad un nuovo ciclo quadriennale che si trova ora nel suo punto intermedio; il problema è che se questa teorica dovesse malauguratamente trovare conferma, il top relativo del secondo annuale più basso del primo non lascerebbe spazio all’immaginazione riguardo il futuro. Secondo i vincoli ciclici della teoria classica infatti dovremmo aspettarci altri due anni in discesa senza più rivedere il top vicino a quota 22000 punti, che ora diventano il livello psicologico da superare in close mensile per scongiurare questa visione e ripartire con il conteggio dal primo annuale.

A dare valore all’ipotesi secondo cui la rottura rialzista può ancora avvenire è la tenuta delle dinamiche disegnate con la linea viola tratteggiata sull’immagine in testa; il mercato è rimbalzato due volte proprio sull’ultimo livello in basso e sembra che questo possa reggere l’andamento di mercato. Per quanto riguarda invece le previsioni sui fondamentali, non le prendiamo neanche in considerazione; per quanto l’FMI sia affidabile sotto certi punti di vista, riguardo le stime ad 1 e due anni non riteniamo che sia particolarmente interessante visto che queste stime vengono riviste ad ogni minimo cambiamento di mercato, vanificandone quindi il valore previsionale di lungo periodo e diventando completamente inutili per gli investitori che cercano da sempre un minimo di certezza su cui fondare strategie di trading.

Commenti (1)

Lascia un commento