FTSE-Mib apre in positivo

Avvio positivo per le Borse Europee con il FTSE-Mib che apre sopra quota 16500 e sfiora nella prima ora il top a 16625 prima di ritracciare verso il close di Venerdì scorso. Anche se l’avvio è stato positivo il gap-up ha costretto ad un ritorno verso la finestra di prezzo, chiusa pochi minuti fa’ con il FTSE-Mib ancora in territorio positivo sostenuto dai finanziari.

L’andamento della giornata di oggi è molto difficile da contestualizzare; il close di Venerdì scorso ha rivisto i livelli raggiunti durante la seconda metà della scorsa ottava ed ha rimesso in discussione la tendenza rialzista impostata nel medio-breve periodo a favore di un ritracciamento che troverebbe conferme sui grafici ciclici. Attualmente è attesa una discesa per il close del ciclo a due settimane e la fine della fase di ritorno sarebbe prevista per il 20 Febbraio, quando dallo swing di minimo il mercato potrà ripartire verso l’alto.

Analisi Ciclica sul FTSE-Mib

Le fasi cicliche sono andate in confusione con il bottom di Settembre scorso sul FTSE-Mib ma sembra che finalmente la situazione si stia stabilizzando. Il bottom in questione ha troncato un ciclo in corso al limite delle regole classiche e la partenza che ne è seguita non è stata veloce come ci si aspettava. Il rialzo che ha risollevato le sorti dell’indice portando il valore del FTSE-Mib poco oltre quota 17000 è rientrato per chiudere in compressione la seconda metà del ciclo a tre mesi concluso sul bottom di Gennaio scorso.

Le tempistiche cicliche hanno ritrovato con quel close la regolarità ma il fatto che l’avvio del nuovo intermedio non abbia superato ancora il top precedente di Ottobre scorso mette in dubbio la possibilità che il ciclo superiore sia rialzista.

Previsioni Borsa Italiana 2012

La conclusione di un ciclo annuale sul bottom di fine 2011 diventa sempre più probabile; questi sarebbe da considerarsi come la seconda parte di un biennale nonchè la quarta di un ciclo più grande, ma visto che il bottom è leggermente superiore al centro ciclo non possiamo sposare completamente questa teoria e siamo invece costretti a rivedere i conteggi considerando l’eventuale troncamento temporale.

In termini di punti l’escursione è stata precisa e sul grafico mensile ben risalta, grazie anche ai classici swing, la formazione degli ultimi due anni. L’ipotesi è che questo arco temporale sia da attribuire ad un nuovo ciclo quadriennale che si trova ora nel suo punto intermedio;