Avvio di ottava incerto a Piazza Affari

Avvio di ottava incerto per le Piazze Europee, che aprono sullo stesso livello di venerdì scorso per lasciare spazio alle vendite, almeno nelle prime ore di contrattazione. Gli scambi trascinano leggermente al ribasso gli indici ed i settori chiave, più colpiti dalle prese di profitto che non dalla negatività. Dopo l’annuncio che l’Austria è disposta a concedere più tempo alla Grecia, come richiesto dal premier Samaras, la discesa è rallentata anche se resta un sentore negativo tra gli investitori.

Analisi Ciclica sul FTSE-Mib

Le fasi cicliche sono andate in confusione con il bottom di Settembre scorso sul FTSE-Mib ma sembra che finalmente la situazione si stia stabilizzando. Il bottom in questione ha troncato un ciclo in corso al limite delle regole classiche e la partenza che ne è seguita non è stata veloce come ci si aspettava. Il rialzo che ha risollevato le sorti dell’indice portando il valore del FTSE-Mib poco oltre quota 17000 è rientrato per chiudere in compressione la seconda metà del ciclo a tre mesi concluso sul bottom di Gennaio scorso.

Le tempistiche cicliche hanno ritrovato con quel close la regolarità ma il fatto che l’avvio del nuovo intermedio non abbia superato ancora il top precedente di Ottobre scorso mette in dubbio la possibilità che il ciclo superiore sia rialzista.

Previsioni Borsa Italiana 2012

La conclusione di un ciclo annuale sul bottom di fine 2011 diventa sempre più probabile; questi sarebbe da considerarsi come la seconda parte di un biennale nonchè la quarta di un ciclo più grande, ma visto che il bottom è leggermente superiore al centro ciclo non possiamo sposare completamente questa teoria e siamo invece costretti a rivedere i conteggi considerando l’eventuale troncamento temporale.

In termini di punti l’escursione è stata precisa e sul grafico mensile ben risalta, grazie anche ai classici swing, la formazione degli ultimi due anni. L’ipotesi è che questo arco temporale sia da attribuire ad un nuovo ciclo quadriennale che si trova ora nel suo punto intermedio;

Piazza Affari: close settimanale e livelli di trading

La chiusura del mercato prossima a quota 15800 restituisce parte dei punti persi al derivato italiano che ora si trova vicino ai livelli di interesse di medio-lungo periodo con una situazione sui grafici più lenti che contrasta però tutte le aspettative di rialzo.

Se sul grafico orario infatti l’idea è che il mercato abbia iniziato il secondo tracy dell’intermedio in corso e si stia portando vicino a quota 16000 per superarla di forza e recuperare punti per la scadenza di Novembre 2011, sul grafico orario e settimanale la situazione resta fortemente critica visti gli swing disegnati e la formazione di compressione dell’ultimo tracy.

Wall Street: conteggi ciclici difficili su S&P-500

I conteggi ciclici sugli indici degli Stati Uniti spesso richiedono un gran numero di compromessi tra le regole di base della teoria di Hurst. Gli studi di Gann sulle ciclicità, sia legate ai pianeti che alle semplici stagioni erano completamente basati sul mercato USA e forse anche per questo l’approccio del famoso analista ammetteva conteggi molto diversi dai classici e rigidi intermedi di Hurst.

La varianza possibile in un ciclo ammetteva praticamente qualsiasi cosa e per questo per seguire l’andamento ciclico a scopo previsionale bisognava necessariamente affidarsi ad altre tecniche di conteggio all’infuori della semplice somma dei giorni.

Piazza Affari: analisi ciclica FTSE-Mib

Secondo l’analisi ciclica ed i vincoli classici di Hurst la fase in cui ci troviamo adesso è la seconda parte dell’intermedio iniziato sul bottom di fine Giugno. Ma andiamo con ordine; a Marzo 2009 è iniziato l’annuale precedente che si da’ per concluso sul bottom relativo del 25 Maggio 2010, quando il Mib si aggirava intorno a 18000 punti dopo aver sfiorato i 24000 durante il top della seconda metà del 2009.

Analisi Tecnica: estensione temporale fino a domani mattina

Scende ancora il derivato Italiano che, dopo il contatto con la media mobile a 200 ore, ripiega sotto la pressione dei venditori nella sua fase di correzione ciclica. L’attesa per la fine della giornata si giustifica per il fatto che i conteggi ciclici indicano la fine del tracy+1 compresa tra le 17:00 di questa sera e le 10:00 di domani mattina, anche se potrebbe slittare oltre di diverse ore.