Mediaset esce da Endemol e incassa 72 milioni

Il gruppo Mediaset, controllato dalla famiglia Berlusconi, avrebbe ceduto sul mercato la propria quota di debito senior di Endemol, corrispondente al 6% del capitale (se fosse stato convertito in equity), incassando 72 milioni di euro circa. La vendita, effettuata prima della conversione in azioni, è stata effettuata ad uno dei grossi fondi esteri partner di Mediaset. Con questa dismissione Mediaset esce dal gruppo olandese che produce il Grande Fratello, dopo la conclusione della 12-esima edizione del reality show più famoso almondo. La cessione della quota Endemol era stata praticamente già anticipata dal vice-presidente esecutivo del Biscione, Pier Silvio Berlusconi.

Mediaset non ha smentito la notizia e secondo alcune fonti la cessione sarebbe avvenuta a seguito di un’offerta cash che avrebbe riconosciuto a Endemol un valore di 1,2 miliardi di euro, più di quanto offerto lo scorso novembre da Time Warner. La cessione era nell’aria, visto che il gruppo dei media italiano aveva manifestato da tempo l’intenzione di fare un passo indietro nel gruppo olandese. Mediaset ha sicuramente valutato congrua l’offerta avanzata per l’acquisto della partecipazione in Endemol, dopo che la stessa era stata già svalutata a zero nel bilancio 2010.

MEDIASET, CROLLO DEGLI SPOT TV

Ora nel conto economico 2012 dovrebbe esserci un impatto più leggero, mentre dovrebbe risentirne maggiormente il patrimonio netto. Con l’uscita di scena di Mediaset, il gruppo olandese – che produce anche Chi ha incastrato Peter Pan e La prova del cuoco – è ora nelle mani dei grandi fondi internazionali, in particolare Apollo, Centerbridge, Rbs, Lamco (ex Lehman), Goldman Sachs, Cyrte. La sensazione è che la cessione di Mediaset sia stata dettata dall’impossibilità del gruppo italiano di avere un ruolo dominante nella gestione del piano industriale, tanto che ora la partita su Endemol sembra essere completamente di natura finanziaria.

RISTRUTTURAZIONE DEBITO ENDEMOL

Lascia un commento