Dipartimento di Giustizia indaga su giudizio rating e titoli tossici

In effetti a qualcuno era sembrato un po’ eccessivo il giudizio AAA di Fitch confermato  per gli Stati Uniti, che ha sottolineato la flessibilità monetaria e dei tassi di cambio USA che aumentano la capacità dell’economia di assorbire gli shock. L’agenzia ha inoltre promosso tacitamente l’accordo sulla riduzione del deficit raggiunto in extremis dal Congresso americano. Standard & Poor´s era stata un po’ più cauta e aveva espresso un giudizio AA+, ma sembra che la situazione non sia così rosea, o almeno questi sono i sospetti. Il dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha avviato un’indagine su Standard & Poor´s per verificare se l’agenzia di rating ha assegnato giudizi in maniera impropria o comunque troppo clemente.

La notizia é riportata dal New York Times il quale sottolinea che l’inchiesta è iniziata prima che l’agenzia di rating togliesse la tripla A agli States (infatti si è trattato di un declassamento, la stessa S&P, per gli USA in precedenza aveva stilato un giudizio AAA). Non é ancora chiaro, almeno secondo quanto pubblicato dal famoso giornale, se il Dipartimento di Giustizia stia indagando anche le altre due grandi agenzie di rating: Moody’s e Fitch (quest’ultima decisamente più magnanime rispetto a Fitch). Si apre così una battaglia tra l’amministrazione Obama e S&P.

 

Il dipartimento di giustizia americano verificherà in questa fase le pratiche sull’assegnazione di rating elevati agli strumenti finanziari legati ai mutui subprime che hanno condotto alla crisi finanziaria del 2008. Tuttavia, Fitch aveva sottolineato che un taglio dell’outlook sarebbe rimasto possibile più in là quando l’agenzia di rating avrebbe esaminato lo stato dell’economia americana e le proposte della supercommissione sul taglio della spesa pubblica, la quale dovrà presentare il suo rapporto entro fine novembre. L’agenzia non aveva nascosto che l’outlook sarebbe potuto divenire negativo (indicando il 50 per cento di possibilità di un downgrade del ratnig entro due anni).

2 commenti su “Dipartimento di Giustizia indaga su giudizio rating e titoli tossici”

  1. Pingback: Rating del Giappone ridotto ad AA3 | Svoogle News

Lascia un commento