Sofferenze bancarie salgono a 104 mld

di Laura 1

Tempi non propriamente rosei per le banche italiane: nello scorso mese di dicembre le sofferenze lorde del sistema bancario italiano hanno toccato quota 104,35 miliardi, lo sottolinea il rapporto mensile dell’Abi. Rapportate agli impieghi le sofferenze sono pari al 5,26% contro il 5,18% del mese di novembre. Se invece ci riferiamo alle sofferenze nette, sono aumentate a 56,99 miliardi, pari al 2,94% degli impieghi. L’aumento delle sofferenze lorde e nette é stato toccato anche da alcune operazioni realizzate da gruppi bancari negli assetti societari. Le sofferenze una situazione in cui la banca esprime formale richiesta di restituzione entro i tempi di legge di tutti i crediti che la banca ha concesso al cliente. Dicesi sofferenza bancaria una situazione in cui la banca esprime formale richiesta di restituzione entro i tempi di legge di tutti i crediti concessi alla propria clientela.

La situazione é generata probabilmente dall’impossibilità, di molti debitori, di restituire il denaro. Se ci riferiamo agli impieghi per le imprese, emerge un dato importante: a giugno dello scorso anno erano 4.230milioni di euro gli impieghi delle banche destinate alle imprese. Ad ottobre erano diventati 4.146milioni. Si evidenzia quindi una riduzione dei prestiti concessi alle imprese. Inoltre, nell’ultimo Bollettino economico della Banca d’Italia emerge che una flessione della raccolta sia stata piuttosto importante per le banche di grandi dimensioni a causa soprattutto dell’effetto della flessione dei depositi da non residenti e dei conti correnti.

Le banche che hanno bisogno di liquidità si rivolgono soprattutto all’Eurosistema per reperire risorse finanziarie, ed è notevolmente aumentata la richiesta di denaro alla BCE, raggiungendo circa 210 miliardi di euro alla fine di dicembre (da 85 miliardi alla fine di agosto). Non ci sono al momento segnali di miglioramento, secondo le ultime stime l’Italia sarà in recessione nel 2012 e nel 2013 e riprenderà a crescere solo se lo spread tra Btp e Bund a 10 anni scenderà di 200 punti base.

 

 

 

 

Commenti (1)

Lascia un commento