Fondi di investimento: come sottoscriverli online

di Daniele Pace Commenta

Un approfondimento necessario per approcciare al meglio il tema dei fondi di investimento

Oggi sono disponibili in rete delle piattaforme che permettono a chiunque di accede a fondi di investimento, piani di accumulo, SICAV e altri prodotti finanziari similari. Utilizzarle è semplice, anche perché spesso offrono strumenti adatti ad essere utilizzati anche da chi non ha grande dimestichezza con il mondo degli affari. Queste piattaforme quindi consentono di attivare un piano di accumulo, acquistare quote di un fondo comune di investimento e informarsi sui diversi prodotti disponibili sul mercato.

fondi di investimento

Come usare le piattaforme online

Sono effettivamente numerose le piattaforme di investimento disponibili in rete. Una tra le più utilizzate è fundstore, specializzata proprio in fondi comuni e in SICAV. Per poter sfruttare questo tipo di strumento è sufficiente attivare un account, indicando i propri dati identificativi. In alcuni casi sarà necessario inviare una copia digitale di alcuni documenti, oppure accedere tramite SPID o strumento similare. Dopo aver attivato il proprio account si potrà accedere a tutte le proposte di investimento presenti sulla piattaforma, utilizzando il capitale che si possiede. Chiaramente sarà necessario utilizzare una carta di credito, oppure fare un bonifico sull’account di investimento.

Strumenti disponibili

Il cliente che decide di utilizzare una piattaforma online di investimento può semplicemente scegliere il fondo che più lo interessa e acquistarne delle quote. È però possibile anche approfittare di alcuni strumenti che le piattaforme di questo genere mettono a disposizione dei propri clienti. Infatti è solitamente disponibile anche un vero e proprio servizio di consulenza, proprio come avviene in banca. Il tipo di consulente dipende dalla piattaforma che si sta utilizzando; in alcuni casi è un vero e proprio assistente, disponibile nel corso della giornata, che si può contattare online o anche telefonicamente. Ci sono poi servizi di consulenza automatizzati; in sostanza si tratta di rispondere ad alcune domande riguardanti le proprie intenzioni per quanto riguarda il risparmio e gli investimenti. Al termine delle varie domande si viene indirizzati verso alcuni prodotti finanziari, che rispecchiano le intenzioni di investimento del singolo cliente. Ad esempio costruire una forma di integrazione alla pensione, o far fruttare il proprio capitale nel breve termine.

Il rischio negli investimenti

Solitamente l’italiano medio tende a pensare ai fondi comuni di investimento come a prodotti finanziari a basso rischio. In realtà le cose non stanno propriamente in questo modo, visto che i fondi presenti sul mercato sono molteplici, ognuno dei quali con finalità del tutto originali. Sì, si possono sicuramente trovare dei fondi comuni a basso rischio, che investono in bond o in titoli di Stato, che quindi offrono al cliente un basso rendimento, che però è sostanzialmente certo. Ci sono però anche fondi che dichiarano di investire in titoli azionari di società di Paesi emergenti o di mercati molto vitali. In questi casi le potenzialità di guadagno possono essere molto elevate, ma portano con sé anche una certa dose di rischio, che può essere molto elevata. Chi non è molto sicuro di come desidera investire il capitale che ha a disposizione dovrebbe chiedere chiarimenti a un consulente, in modo da poter affrontare un rischio calcolato.