Kraft sfida Ferrero nel mercato francese

di Redazione Commenta

Kraft e Ferrero stanno per accendere una rivalità davvero forte all’interno del mercato francese: il celebre colosso alimentare è intenzionato a sfidare i produttori della Nutella in una nazione in cui la presenza italiana è molto forte, con il gruppo piemontese che può addirittura vantare una consistente fetta del settore (l’84% per la precisione), anche a causa della mancanza di concorrenti adeguati. La multinazionale americana pensa di poter ridurre questa quota e la sfida verrà lanciata verso la metà del prossimo mese con un prodotto che è già stato introdotto nel nostro paese, “Philadelphia con Milka”, una crema al cioccolato che tenterà di far ingolosire più francesi possibili.
ACQUISIZIONE CADBURY: APPROVATA OPA DI KRAFT AL 71,73%
Tra l’altro, si tratta di un cibo piuttosto particolare, perché la celebre crema al formaggio va a unirsi con il buon cioccolato della Milka, con l’intento di proporre anche qualcosa di meno calorico (305 calorie contro le 530 della Nutella). Molti consumatori si interessano infatti soprattutto ai profili nutrizionali di quello che acquistano, nonostante gli amanti della Nutella siano sempre andati oltre qualsiasi suggerimento improntato alla tutela della salute. A quale clientela si rivolgerà il prodotto della Kraft? L’azienda statunitense punterà con grande decisione sui più piccoli, ma senza dimenticare i genitori: questa nuova Philadelphia sarà dunque l’ideale sia per la colazione che per preparare dei dolci. Il problema, però, è rappresentato proprio dal formaggio, il quale non è ancora decollato dai nostri cugini d’Oltralpe, nonostante una diffusione che dura ormai da un anno.

ANCORA UN NO DI CADBURY A KRAFT: A RISCHIO ANCHE FERRERO

Il rischio più forte, poi, è quello di disorientare il consumatore stesso con un alimento dolce che però si trova in altri scaffali dei supermercati. In Germania, però, le vendite sono andate piuttosto bene e questo ha suggerito al gruppo di Northfield di tentare anche questa esperienza transalpina, con l’obiettivo dichiarato di conquistare tre milioni di famiglie in due anni.

Lascia un commento