Ryanair ancora alle prese con gli scioperi. Due giorni di passione

di Daniele Pace Commenta

La Ryanair torna ad avere problemi con il suo personale, e stavolta si tratta di sciopero. L’anno scorso dovette cancellare tantissimi voli, a causa dei turni sbagliati e del rifiuto del personale aereo di viaggiare in condizioni di stress critico.

Lo sciopero

Stavolta lo sciopero Ryanair cancellerà 600 voli in due giorni coinvolgendo 100 mila passeggeri. I due giorni di sciopero saranno il 25 e il 26 luglio. Ad essere colpiti saranno comunque i viaggiatori da e per la Spagna, Portogallo Belgio.

La compagnia ha annunciato risarcimenti e sostiruzioni, a seconda della scelta del passeggero. Ma gli scioperi non finiscono e continueranno anche la settimana successiva. A scioperare saranno piloti. In questi due giorni invece, lo sciopero coinvolgerà il personale di cabina.
I passeggeri interessati riceveranno tutte le comunicazioni secondo la modalità prevista al momento dell’acquisto del biglietto. Quindi e-mail o sms. Saranno cancellati 200 voli da e per la Spagna, 50 da e per il Portogallo, 50 da e per il Belgio per ciascun giorno di sciopero. In pratica, il 12% delle tratte europee di Ryanair resteranno a terra. Le rivendicazioni sindacai riguardano stipendi e migliori condizioni di lavoro.