Spagna in recessione

di Redazione Commenta

Nessuna sorpresa; la Spagna entra ufficialmente in recessione e finalmente si valutano misure con questo presupposto, ora definitivo. Il primo trimestre del 2012 si archivia come l’ultimo del 2011, ovvero con una contrazione del PIL dello 0,3%, comunque inferiore alle attese (che prevedevano un -0,4%).

Il prodotto interno lordo è sceso dello 0.4% su base annua mentre le previsioni lo davano a -0,5% e così commentano gli analisti di Radobank:

Il Pil della Spagna si è contratto su base trimestrale dello 0,3%, un dato di poco superiore alle attese, che però sancisce l’entrata in recessione dell’economia spagnola

A contrasto di una situazione che sembra completamente negativa arriva la risposta degli investitori; questi hanno reagito positivamente ai dati visto che il mercato scontava già l’ipotesi più pessimista e la sorpresa è quindi stata positiva nel complesso. Il Governo di Mariano Rajoy vuole ora evitare l’intervento internazionale di salvataggio e propone la sua ultima carta; secondo il Financial Times ci sarebbe l’intenzione di accorpare i prestiti immobiliari tossici in una o più “bad bank” che poi aiuterebbe gli istituti di credito senza l’intervento della BCE o del firewall Europeo.

In pratica le “bad bank” sono società di gestione patrimoniale che si fanno carico dei prestiti “tossici” delle banche per risollevare i conti degli istituti di credito ed alleggerire la gestione difficoltosa.

RISCHIO CORSA AGLI SPORTELLI IN SPAGNA

Standard & Poor’s, che si è fatta carico di annunciare il downgrade del Paese, ha continuato la sua azione con un nuovo taglio netto che ha interessato 16 istituti di credito del Paese tra cui anche Santander e Bbva.

LA CRISI ECONOMICA SPAGNOLA

Intanto il mercato Europeo apre in maniera contrastata; il FTSE-Mib, come altri importanti indici Europei, è prossimo alla parità e l’attesa è per l’apertura di Wall Street che probabilmente oggi definirà la direzione da seguire. Il mercato oltre oceano è poi l’unico aperto durante la giornata festiva di domani, mentre Piazza Affari resterà chiusa.

Lascia un commento