Conti deposito quali i migliori dopo il calo dei rendimenti

di Sandro Argenti Commenta

Calano i rendimenti dei prodotti finanziari: quali sono quelli che offrono di più e tassazione prevista. Oggi riesce a guadagnare bene solo chi è più propenso al rischio

Scendono i rendimenti dei prodotti finanziari da azioni a conti deposito, Bot, Btp, mentre Piazza Affari sale e lo spread fra btp italiani e bund tedeschi scende.

Come funzionano i Conti deposito

I rendimenti che oggi possono far guadagnare, sono i Bot a un anno che danno circa lo 0,6% lordo, per chi vuole ottenere maggiori rendimenti deve orientarsi su conti deposito vincolati, anche se i tassi vengono costantemente aggiornati al ribasso ma che rendono circa l’1,5% netto.

Sui conti deposito è stata alzata la tassazione dal 20 al 26% e questo mentre resta al 12,5% sui titoli di Stato, che potrebbero essere, da questo punto di vista, più conveniente anche se rendono meno.

Buoni risultati per le azioni che danno alta remunerazione: a Piazza Affari con le cedole più cospicue si può avere un rendimento per dividendi (dividend yield) da 3 a 15 volte superiore al tasso di inflazione corrente, ma questi investimenti sono per chi è in grado di sopportare il rischio dell’investimento azionario.

In una circostanza di diffuso ribasso, vanno bene anche le emissioni societarie tanto che, come ha spiegato Antonino De Gaetani, responsabile delle gestioni specializzate in emissioni societarie di Bnp Paribas IP, “L’indice Merrill Lynch euro corporate bond, che considera sia la cedola maturata dai titoli che l’apprezzamento in conto capitale, segnala da gennaio a oggi un guadagno del 2,35%, un valore che da solo è pari a quasi cinque volte l’inflazione corrente”. Il guadagno conseguito deriva principalmente dall’ulteriore abbassamento dei rendimenti dei titoli già emessi che causa un apprezzamento delle quotazioni.