Prelievi bancari Intesa SanPaolo in tabaccheria dal 20 luglio

di Valentina Cervelli Commenta

Poter prelevare soldi direttamente dal tabaccaio usando il bancomat: dal prossimo 20 luglio sarà possibile fare ciò per i clienti di Intesa SanPaolo fino a 150 euro giornaliere. Sembra poco: in realtà si tratta di una novità che potrebbe portare benefici a molte persone.

Questo processo sarà possibile per coloro che, clienti della banca, posseggono carte di debito del circuito Maestro, MasterCard, Visa o Visa Electron: l’importante è che le tabaccherie siano convenzionate con Banca5, l’istituto di credito di prossimità del gruppo guidato da Carlo Messina ed ex Banca Itb, conosciuta come “banca dei tabaccai” ed acquistata dall’istituto alla fine del 2016. Saranno in tutto 15 mila in tutta Italia i punti convenzionati nei quali eseguire i prelievi, fattore che potrà in alcuni casi limitare lo stato di emergenza di quei 383 comuni italiani rimasti senza sportelli bancari.

Eseguire il prelievo sarà semplice, solo che oltre al classico utilizzo della carta di debito e del pin, all’intestatario della carta sarà richiesto di esibire anche la tessera sanitaria nazionale per consentire, ovviamente, la lettura elettronica del codice fiscale. Fino al 31 dicembre 2019 le operazioni di prelievo saranno gratuite mentre potrà essere aggiunta una commissione fino a due euro dal 2020. Commentano da Banca 5:

Ci permette di offrire servizi semplici ma importanti per le necessità quotidiane anche in comuni spesso piccoli e meno serviti […] e rappresenta una svolta nel percorso professionale che la rete dei nostri collaboratori potrà intraprendere, attraverso l’erogazione di servizi transazionali tradizionalmente forniti da reti bancarie[…]: una ulteriore rete territoriale del gruppo che ci permette di offrire servizi semplici ma importanti per le necessità quotidiane anche in comuni spesso piccoli e meno serviti.