Da Altroconsumo azioni giudiziarie verso convertendo BPM

di Redazione 2

Un numero superiore a duecento risparmiatori si é rivolto ad Altroconsumo a causa delle perdite subite con la conversione anticipata del prestito convertendo 2009/2013 di Bpm, con una cedola del 6,75% annuo. La conversione é avvenuta pochi giorni fa, lo scorso 29 dicembre e dalle prime stime sembra che i sottoscrittori abbiano subìto perdite tra il 50% e il 70% delle somme investite. L’associazione da parte sua ha provveduto a presentare un esposto alla Consob per sollecitare un intervento sulla vicenda. Ma Altroconsumo non si fermerà qui: l’associazione ha annunciato iniziative giudiziarie nei confronti di Pop Milano, la quale ha modificato i termini del convertendo nell’ultima assemblea del 22 dicembre tra le forti proteste dei piccoli risparmiatori, assemblea che, oltre all’anticipo della scadenza (dalla precedente data del 1 giugno 2013) ha deciso per la riduzione dello strike price a 2,71 da 6 euro.

L’associazione ha sottolineato che intende agire a tutela dei risparmiatori danneggiati, intraprendendo le iniziative giudiziarie più opportune, la speranza é ovviamente che non si arrivi a ciò e che Bpm adotti immediatamente tutte le misure idonee ad eliminare le violazioni accertate. Il risarcimento dei consumatori dei danni subiti é quindi la priorità.

L’istituto lombardo é diventato protagonista di questa vicenda che ha generato la delusione nonché la rabbia di tanti clienti: il prodotto finanziario al centro dell’attenzione, come già detto, é un prestito obbligazionario a due anni con tasso del 6,75%. Sono stati promessi 36,9 titoli azionari a 0,3 euro ciascuno in cambio di ogni cento euro di bond, a conti fatti quindi per questi ultimi vi sarà un controvalore di soli undici euro. Lo strumento ha quindi perso quasi il 90% del suo valore totale e ora si attende che la Consob accerti tutte le irregolarità e individui i responsabili principali.

Dopo queste notizie il titolo della Bpm ha registrato performance inferiori a quelle del listini di riferimento e accumula in Borsa un rialzo dello 0,06% a 31,49 centesimi.

Commenti (2)

  1. ok.siamo soci sia io che mio marito Zelli Giulio .Fateci sapere! Grazie.

Lascia un commento