Bond e fine quantitative easing: Italia tranquilla e Germania a rischio

Con l’avvicinarsi di una possibile fine del quantitative easing in Europa ci si inizia a porre domande su cosa succederà con i bond quanto tutto sarà finito: chi rischierà di più e chi potrà stare tranquillo? Secondo gli analisti di Bank of America Merrill Lynch a rischiare di più, rispetto all’Italia, sarà la Germania.

Investire in Titoli di Stato, come scegliere correttamente

 L’investimento in obbligazioni, è ritenuto tra i più sicuri e  profittabili, in riferimento al riferimento al rischio paragonato con l’investimento in azioni. A tal proposito, secondo un recente studio pubblicato da Corriere Economia proprio per recuperare vecchie perdite con nuovi guadagni, infatti, le minusvalenze riferite all’anno 2013 e al 2012 e 2011 possono essere in parte o del tutto recuperate dagli utili che si otterranno in futuro.

I migliori rendimenti obbligazionari

Quando si pensa ad un investimento sicuro, ci si basa spesso sulle notizie che tante volte si sentono sui giornali anche quelli specializzati, dove riportano i crolli e le disavventure capitate ai vari investitori. Quindi se viene proposto un investimento in un paese di cui si hanno notizie non positive, spesso si tralasciano anche buone occasioni.

A2A torna in utile e raddoppia la cedola nel 2012

I risultati di bilancio relativi all’esercizio 2012 sorridono ad A2A, che in borsa viene premiata dagli investitori. A Piazza Affari le azioni dell’ex municipalizzata lombarda mostrano al momento un rialzo del 6,47% a 0,4344 euro. I prezzi sono saliti già fino a 0,437 euro, ai massimi da due settimane. La multiutility controllata dai comuni di Milano e Brescia ha registrato un utile netto di 260 milioni di euro, oltre le stime degli analisti finanziari. Nel 2011, a seguito delle pesanti svalutazioni, aveva registrato un passivo di 423 milioni di euro.

Investitori italiani pronti a investire sul mattone nel 2013

Si intravede uno spiraglio di luce nel tunnel della crisi del mattone. Tuttavia, non si tratta di indicazioni positive provenienti dalle ultime rilevazioni sull’andamento del settore immobiliare, bensì lo scenario dipinto da Legg Mason Global Income Survey a seguito di un sondaggio condotto lo scorso gennaio su 3.000 investitori di 13 paesi di tutto il mondo, tra i quali figura anche l’Italia. Secondo quanto emerge dal rapporto di Legg Mason, un quarto degli investitori italiani punterà sul mattone nel 2013.

Bce metà dei bond in portafoglio sono italiani

La Banca Centrale Europea ha diffuso i conti relativi al 2012, svelando così anche la composizione del proprio portafoglio titoli. L’istituto monetario di Francoforte, guidato da Mario Draghi, ha in pancia una grossa quantità di bond governativi della periferia europea soprattutto italiani. Infatti, emerge che quasi la metà dei titoli di stato presenti nel portafoglio della Bce sono italiani. Gli acquisti sono stati effettuati tra il 2010 e il 2012, quando imperversava pericolosamente la crisi dei debiti sovrani europei che stava alimentando la “febbre da spread”.

Seat PG chiede ammissione a concordato preventivo

Seat Pagine Gialle ha preso atto di avere un debito eccessivo, che difficilmente riuscirà a ripagare, per cui ha chiesto di essere ammessa al concordato preventivo. E’ in sintesi quanto emerge dal comunicato che la società delle directories ha emesso questa mattina, dopo le valutazioni effettuate dal consiglio di amministrazione. Nel comunicato si legge che gli obiettivi economici e finanziari fissati nelle linee strategiche 2011-2013 e nelle proiezioni di stima al 2015 “non sono più attuali e raggiungibili alla luce delle attuali performance e delle previsioni di mercato”.