Borse in attesa. Lo spread stabile sui 300 punti. Elezioni USA alle porte

di Daniele Pace Commenta

trumpOre 13.30. Questa mattina le borse hanno passato una giornata di attesa, con l’Europa in leggero calo. A dare incertezza i mercati, sono sempre le elezioni di medio termine in America. Incerte, attese, queste elezioni stanno condizionando la finanza.

Le Borse europee

Attualmente le borse in Europa sono in calo, con Milano che perde lo 0,29%. Peggio va a Londra, dove il Ftse 100 segna un -1,05%. Parigi è giù dello 0,48% e Francoforte dello 0,35%. Zurigo invece va giù dello 0,40%.

A Milano è giorno di trimestrali. Intesa Sanpaolo segna un utile sopra i 3 miliardi nei primi 9 mesi dell’anno.

Intanto bene il Giappone, dove il Nikkei di Tokyo ha chiuso a +1,14%. Scende invece Shanghai, dello 0,24% e Shenzhen dello 0,64%.

Intanto l’euro sale ancora, e arriva a 1,1411 dollari e 129,42 yen. Per quanto riguarda lo spread italiano, oggi torno a salire fino ai 300 punti base, con un rendimento decennale al 3,38%. per l’Italia l’attesa è a giovedì, con le analisi sulle previsioni economiche della UE. Che peseranno sulla manovra italiana, già sotto esame da parte di Bruxelles.

Purtroppo intanto, l’indice Pmi servizi in Europa scende, dopo due anni, a 49,2 rispetto da 53,3. Dato molto inferiore rispetto ai 52,1 punti previsti. Scende anche l’indice composito, a 49,3 dal 52,4. Salgono gli ordini all’industria tedesca, dello 0,3% a settembre, ma il dato annuo è inferiore alle attese. Scendono anche i consumi in Giappone, dell’1,6% annuo.

Ancora in leggero calo il greggio, con il Wti a 62,88 dollari per il barile e il Brent a 72,70 dollari per il Brent. Oro a 1230 dollari l’oncia.