Borse europee positive, ma Milano cade ancora

di Daniele Pace Commenta

piazza-affariLe borse europee aprono positive, ma poi Milano inizia ad andare in rosso. Tutte sulla scia di Wall Street, ancora con una seduta molto buona, grazie al nuovo accordo tra Usa e Messico che ha superato il Nafta, come voleva Trump.

Così Wall Street ha segnato altri record, con il Nasdaq a +0,91%, e il Dow Jones a +1,01%. Lo S&P500 chiude a +0,77%

Le borse europee

Questa mattina hanno aperto tutte bene, anche se poi Milano ha invertito il trend e ora (10:51 CEST) crolla dell’1,02%. Londra riapre dopo la festività e segna un +0,52%. Parigi segna lo 0,08 in più e Francoforte un centesimo di punto in meno della borsa francese. In rosso Zurigo, a -0,11%. Milano paga per il settore bancario e per quello delle utility, nell’occhio del ciclone dopo il crollo di Ponte Morandi e le dichiarazioni del Governo sulla revisione alle concessioni statali.
Bene anche la finanzia asiatica, con Tokyo che chiude a +0,6%, e Hong Kong ancora in rally, con il +2,17%. Bene anche Sydney a +0,6%, e Singapore a +0,9%.
Scende leggermente l’euro sul dollaro, a 1,1676 dollari, ma sale sullo yen a 129,90.
Continua a salire l’oro, ora a 1.210 dollari per oncia, e il petrolio. Il Wti sale a 68,96 dollari al barile, il Brent sale a 76,37 dollari al barile.