Borse europee in negativo. Ritornano i dubbi su guerra commerciale

di Daniele Pace Commenta

La guerra commerciale va a giorni alterni, e le borse europee oggi aprono tutte in negativo, influenzati dalle nuove voci.

In Asia le borse sono contrastate, con il Nikkei di Tokyo che chiude a +0,61% e Sidney a +1,12%, mentre soffre la Cina. Hong Kong perde l’1,35%, Shanghai l’1,37% e Shengzen il 2,1%. Male anche Seul con il -0,97%.

Wall Street ha segnato un altro record per il Nasdaq. Il listino dei tecnologici ha chiuso ieri sera a +0,72%, mentre lo S&P500 ha segnato il +0,17%. Stesso risultato, ma con segno negativo, per il Dow Jones (-0,17%).

Borse europee

Borse europee in negativo questa mattina, con pesanti perdite per Milano. Il Ftse Mib perde ora (11:42 CEST) l’1,16%, e pesante è anche la perdita di Francoforte, con il Dax a -1,07%. Parigi segna il -0,48% e Londra gira sulla parità, come Zurigo.
Continua il rafforzamento del dollaro. La coppia EUR/USD è ora a 1,1552 dollari. La divisa statunitense si apprezza anche sullo yen a 110,45, e la moneta giapponese scende anche sull’euro a 127,82.

Oggi importanti novità sulla sterlina, con la Banca d’Inghilterra che annuncerà il rialzo dei tassi. Ci saranno comunicazioni ufficiali anche dalla BCE mentre la Banca centrale svizzera conferma gli attuali tassi sul franco.
Scende leggermente il petrolio, dopo il forte rialzo di ieri. Wti a 65,4 dollari al barile e Brent a 74,29 dollari. Scende l’oro dello 0,3% a 1.264 dollari l’oncia.